Subscribe to Radiospeaker.it feed Radiospeaker.it
News Radiofoniche, Interviste ai professionisti della radio e Guide di tecnica radiofonica
Updated: 1 week 3 days ago

9 consigli per fare una diretta di successo (oltre la preparazione)

Wed, 2019-10-16 14:52

Lo speaker attraverso la diretta radiofonica entra sempre nel cuore di ogni ascoltatore. 

Chi più chi meno, la diretta è l'unico elemento per mettere in sintonia la radio con il proprio pubblico.

Abbiamo dunque elencato alcuni dei consigli per portare una diretta radiofonica ad un livello più alto e più intimo con gli ascoltatori!

 

 

Essere puntuali

Se vai in diretta a un orario programmato, avrai probabilmente avvisato il tuo pubblico tramite i social media, su una precedente trasmissione o su un'altra piattaforma online. Pertanto, non far aspettare i tuoi ascoltatori!

Sentiti a proprio agio con i social media

I tuoi  social media offrono uno spazio per connettersi con gli ascoltatori e ti consentono di fare annunci e aggiornare il tuo pubblico sulle attività legate alla tua trasmissione.

Interagisci con il pubblico

Connettiti con i tuoi ascoltatori tramite social media, eventi e ovunque tu sia! Interagire con loro ti aiuterà a conoscere meglio il tuo pubblico in modo da poter migliorare ulteriormente la tua trasmissione.

Cortesia ed educazione vincono sempre

L'ultima cosa che desideri è che il tuo pubblico non si senta accettato all’interno della tua trasmissione. Quindi, assicurati di non essere scortese o discriminante nei confronti di nessuno. Queste due qualità vincono sempre se pur possiamo elencare programmi radiofonici italiani di successo, come Lo Zoo di 105 o la Zanzara che, nonostante ci siano pochi filtri e molta irriverenza all'interno della trasmissione, hanno attirato una grande parte di pubblico radiofonico. 

Condividi la tua vita

Rivela aspetti di te stesso e racconta alcune delle tue storie personali. Questo non solo aiuterà i tuoi ascoltatori a conoscerti meglio, ma le tue esperienze e storie personali renderanno più interessanti i contenuti. Se sei coinvolto personalmente nelle cose che dici all’interno della tua trasmissione, è molto più probabile che anche il tuo pubblico si senta coinvolto.

Non prenderti troppo sul serio 

Riuscire a fare dell’autoironia è importante. La vita è troppo breve per non ridere di se stessi e il pubblico apprezza il senso dell'umorismo. Quindi, se commetti un errore, ridici su e vai avanti! Il bello della diretta è proprio questo.

Racconta storie interessanti

Raccontare storie all’interno della tua trasmissione è un ottimo modo per coinvolgere il pubblico. l'ascoltatore si immedesima nella storia dello speaker e sarà anche più motivato a dir la sua. Devi essere in grado di raccontare le tue storie con entusiasmo, passione e dettagli che permetteranno ai tuoi ascoltatori di immedesimarsi. Per questo ci vuole esperienza e tanta pratica, ma nulla è irraggiungibile.

Sii simpatico e genuino

Sii onesto e parla con il tuo pubblico come se stessi parlando con un amico. Gli ascoltatori vogliono un'atmosfera più personale, non vogliono sentirsi solo una piccola parte di un vasto pubblico. In poche parole, non parlarti addosso!

Assicurarti di essere preparato

Pianificare in anticipo. Scrivi gli script di cui hai bisogno. Prepara uno schema generale. Prova il materiale. Assicurati di avere qualcosa da dire per ogni trasmissione in diretta e accertati che le informazioni in tuo possesso siano accurate. Dedica tempo alla ricerca, alla pianificazione e alla preparazione di tutto il necessario prima della trasmissione in diretta.

Fissa obiettivi specifici

Tieni a mente i tuoi obiettivi durante la diretta. Vuoi ispirare il tuo pubblico? Intrattenere? Insegnare? Incoraggiare? Se vai in onda senza obiettivi o direttive, potresti ritrovarti a brancolare nel buio. Pensa al tuo pubblico e a ciò che potrebbe voler ascoltare, nonché a ciò che vorresti ascoltare tu in quanto ascoltatore e usalo come guida!

Suggerimento professionale: se desideri migliorare le tue trasmissioni in diretta, registrale e riascoltale. Sarai quindi in grado di vedere concretamente cosa hai fatto bene e cosa puoi migliorare, invece di cercare di ricordare cosa hai detto durante la diretta.

Soprattutto, pensa a come desideri che il tuo pubblico si senta mentre riascolti la tua trasmissione. Questo può aiutarti ad acquisire consapevolezza di ciò che stai dicendo e ti aiuterà a essere più coinvolgente. Quindi, che tu sia un neofita o un veterano, prova questi suggerimenti!

Radiospeaker.it

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

5 cose che forse non sai su La Pina

Tue, 2019-10-15 23:49

Abbiamo scoperto insieme le 5 curiosità su Radio 105, Radio Deejay, Fernando Proce, Nicola Savino e Pippo Pelo, ma ora è arrivato il momento di parlare di una delle voci più apprezzate del panorama radiofonico italiano. Un vulcano di nome La Pina.

Forte, spiritosa, anticonformista, un esempio per tutte le donne.

La Pina, è una delle conduttrici più amate della radiofonia italiana, nota a tutti per la conduzione di “Pinocchio” insieme a Diego Passoni e La Vale su Radio Deejay.

Conduttrice radiofonica, presentatrice televisiva, opinionista, rapper, doppiatrice, scrittrice… La carriera della Pina ha mille sfaccettature, ed è anche ricca di curiosità.

L’origine del soprannome

La Pina ha una grande passione per la musica rap, tanto che prima di approdare in radio esordì come rapper in una crew totalmente al femminile, Le Pine. Nome che poi ha scelto di adottare direttamente per sé stessa, passando da Orsola Branzi a La Pina.

Nel 1995 esce invece il suo primo album da rapper solista, noto semplicemente come "Il cd della Pina", nel 1998 è tempo del secondo  album “Piovono Angeli”, realizzato insieme ai Soul Kingdom (Patrick Benifei e Giuliano Palma dei Casino Royale), mentre nel 2000 esce il terzo album “Cora”, sempre in collaborazione con i Soul Kingdom.

La Pina dedica questo album a Cora, il suo bulldog inglese. Mentre il singolo “Dammi ancora” è dedicato a Cora e Marvin, i cani della Pina e Giuliano Palma, e a tutti i cani in generale.

È stata in Giappone più di 40 volte

La Pina ama viaggiare, e per lei il Giappone è praticamente una seconda casa. Il papà architetto ci portava tutta la famiglia per i viaggi di lavoro, e da allora lei non ha mai smesso di far visita alla sua amata Tokyo.

Nel 2010 ci porta pure il suo compagno di microfono, Diego Passoni, insieme sono i due presentatori d’eccezione di “Tokyorama” sul canale Nat Geo Adventure.

Nel 2014 coglie invece l’occasione per fare un bel viaggio ai confini dell’Asia, partecipando come concorrente al programma “Pechino Express". Era la 3° edizione del programma, a cui ha preso parte insieme al marito Emiliano Pepe, per la coppia “Gli sposini”. Sono stati eliminati all’8ª puntata, aggiudicandosi così la 5ª posizione.

Nel 2017 pubblica inoltre il romanzo “I Love Tokyo” con Vallardi Editore, una lunga lettera d’amore al Giappone e le sue meraviglie.

Ha scritto una canzone per Alessandra Amoroso

La passione de La Pina per la musica non si ferma al rapper, e nemmeno al centro del palco. Nel 2009, insieme al produttore musicale, allora compagno e oggi marito, Emiliano Pepe, scrive il brano “Che peccato” per il disco “Senza Nuvole” di Alessandra Amoroso.

Nel 2011 scrive invece il brano “Voglio solo te” per Loredana Errore, insieme a Biagio Antonacci ed Emiliano Pepe. Qualche anno dopo, il 18 maggio del 2014, torna di nuovo sul palco, affiancata da Malika Ayane, L'Aura, Emma, Paola Turci, Syria e Noemi, tutte ospiti di Laura Pausini a Taormina per cantare insieme il brano “Con la Musica alla Radio”. L’esibizione è inclusa nello show “Stasera Laura: ho creduto in un sogno”.

Ha prestato la voce ad uno Scuolabus

La Pina è sempre aperta a nuove avventure, e nel 2017 si cimenta nell’arte del doppiaggio, prestando la voce a “Miss Fritter”, simpatico e stravagante personaggio del film d’animazione “Cars 3”, prodotto dai Pixar Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures nel 2017.

Nel mondo  dei motori ruggenti di Cars,“Miss Fritter” è uno scuolabus molto competitivo, che si diverte a partecipare a corse clandestine tra macchine.

Ha pubblicato ben 4 romanzi

Oltre che per la radio, la musica e i viaggi, La Pina ha anche una passione per la scrittura. Nel 2011 esordisce infatti con il suo primo libro, scritto insieme a Diego Passoni, “Ciao che fate?”, edito da Mondadori, un regalo a tutti gli ascoltatori di “Pinocchio” per i primi 10 anni del programma su Radio Deejay.

Nel 2013 è invece la volta de “Il pianeta dei calzini spaiati”, pubblicato con ADD Editore, un libro a sostegno delle diversità e dei matrimoni omosessuali.

Nel 2017 esce poi “I Love Tokyo” con Vallardi Editore, scritto insieme a Federico Giunta, una dichiarazione nero su bianco dell’amore de La Pina per il Giappone. Nel 2018 esce infine il suo ultimo libro, “Cosa non farei per trovare un fidanzato”, pubblicato ancora con Vallardi Editore e scritto insieme a Federico Giunta. Un manuale divertente che spiega cosa non fare in amore.

Un passato da rapper, co-autrice di canzoni, scrittrice, doppiatrice, giapponese d’adozione… queste erano le nostre 5 curiosità su La Pina.

Articolo a cura di Vittoria Marchi 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Linus ospite al Festival dello Sport

Mon, 2019-10-14 16:06

Pochi giorni fa si è svolto a Trento il Festival dello Sport, una rassegna che ha ospitato atleti, dirigenti e, più in generale, personalità che hanno dato tanto al mondo dello sport.

Tra gli ospiti era presente anche Linus, la voce storica di Radio Deejay, che nonostante non abbia fatto dello sport la sua professione, è da sempre un ottimo atleta e può vantare molta esperienza in quest'ambito, soprattutto per quel che riguarda la maratona.

Sul palco del Festival dello Sport, assieme a Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Orlando Pizzolato sono state percorse le imprese degli italiani sulle lunghe distanze, e Linus ha parlato della propria esperienza negli USA.

Linus parla della Maratona di New York

Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ha infatti raccontato le sue edizioni della Maratona di New York, che ha corso 11 volte (ma terminata 10 volte), soffermandosi in particolare sul tifo degli statunitensi, che gli urlavano "Go Lainus".

Nonostante tutto, consiglia agli appassionati di provare a correrla, perché il contesto è fantastico e molto "cinematografico". C'è spazio anche per un avvertimento: non scrivete il vostro nome sulla schiena, perché gli ultimi km vi diranno "you look great" anche se sarete stremati dalla fatica.

Qui il video integrale con le parole di Linus rilasciate a La Gazzetta dello Sport.

Articolo a cura di Alessio Di Pietro

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio 24 presenta il suo nuovo sito

Mon, 2019-10-14 11:51

È un periodo decisamente intenso per Radio 24.

A pochi giorni di distanza dal 20esimo compleanno della radio, e dalla presentazione del nuovo logo e claim della stessa, arriva infatti un’ulteriore novità per l’emittente del Gruppo 24 Ore.

Da questa mattina, come annunciato ormai da qualche settimana, possiamo notare un restyling completo al sito di Radio 24. Lo scopo di questo cambiamento è consentire agli utenti di navigare più facilmente sul sito, con un accesso a contenuti audio più semplificato. Dirette e podcast saltano subito all’occhio.

Radio 24 ci suggerisce i programmi più ascoltati, le rubriche e le puntate più recenti. Grazie a Il Meglio di Radio 24 possiamo scoprire le interviste più interessanti, ma anche le iniziative speciali in cui è impegnata l’emittente. C’è oltretutto una sezione riservata ai podcast, con la possibilità di creare una playlist personalizzata. E ovviamente il collegamento ai social. Facebook in particolare, per chi segue quotidianamente la radio, può essere molto interessante, dato che troviamo molti collegamenti alle dirette, annunci sulla partenza dei programmi, e contenuti caricati per intero. Sempre sulla pagina Facebook di Radio 24, è presente inoltre un video descrittivo in merito al restyling totale del sito dell’emittente.

Radio 24: da questa mattina è on line il nuovo sito

Anche il nuovo logo scelto per la radio, vuole trasmettere l’idea di movimento, ricordando un po’ il classico scorrere delle lancette di un orologio durante le 24 ore giornaliere. Con 20 anni di esperienza alle spalle, Radio 24 vuole dimostrare al pubblico di essere sempre al passo con i tempi, attuale, e in perfetta sinergia con le nuove tecnologie. Da questa mattina ci mostra un sito con un tocco in più di modernità, focalizzato su una maggiore fruibilità dei contenuti on line, per proporre un’esperienza digitale sempre più all’avanguardia. Strizzando l’occhio anche alle nuove generazioni.

Articolo a  cura di Vittoria Marchi

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radiospeaker.it sponsor del Festival del Podcasting 2019

Mon, 2019-10-14 11:16

Il Festival del Podcasting 2019 si terrà il prossimo 12 ottobre, dalle 9 alle 18, presso il Talent Garden di Via Calabiana 6, a Milano.

L’evento è giunto alla quarta edizione e ospiterà oltre 500 operatori del settore tra podcaster, autori, editori, advertisers, piattaforme e semplici appassionati del podcasting, il fenomeno comunicativo attualmente di tendenza proprio come lo sono stati i blog dagli anni 2000 e i video online su YouTube e Facebook dal 2010.

Il Podcasting sta vivendo una vera e propria esplosione di interesse, anche grazie alla diffusione degli smartphone, di Internet mobile e dei dispositivi voice AI, come Amazon Echo, Apple HomePod e Google Home.

La tecnologia di produzione e diffusione di contenuti audio nota come podcast (dalla crasi tra le parole “iPod” e “broadcast”) è nata nel 2001 ed è arrivata in Italia nel 2004, ma solo negli ultimi anni sta registrando strabilianti segnali di crescita.

Negli Stati Uniti si parla già di “età dell’oro per i podcast” in quanto tale media ha già raggiunto numeri confrontabili ad altri media tradizionali come televisione, radio e giornali. In Italia sono sempre più numerosi podcast di ogni genere, dall'informazione giornalistica al  business, passando per la divulgazione e l'intrattenimento.

Per partecipare al Festival del Podcasting è necessario registrarsi sul sito http://festivaldelpodcasting.it.

Lo scorso anno ci sono stati molti ospiti di primo piano del panorama italiano come Carlo Annese, fondatore del network di podcast giornalistici Piano P,  Angelo Ricci (di Sognatori Svegli) e dal filosofo e esperto di comunicazione, Raffaele Tovazzi. L'edizione del 2019 sarà essere ancora più ambiziosa con ospiti di rilievo. 

Il Festival del Podcasting vuole contribuire alla diffusione di questo mezzo di espressione e punterà molto sul panorama indipendente ed emergente. Anche quest'anno l'iniziativa “Passione Podcast”, dedicata a tutti i nuovi podcast nati nell'ultimo anno, offrirà la possibilità di concorrere all'omonimo premio, previa iscrizione sulla pagina http://festivaldelpodcasting.it.

Il Festival del Podcasting 2018 sarà un'occasione unica per guardare al passato, cogliere le opportunità̀ del presente e progettare insieme il futuro del podcasting. Anche questa quarta edizione, è stata organizzata da YouMediaWeb, acceleratore per business digitali. Il founder e CEO, Giulio Gaudiano, è tra l'altro autore di Strategia Digitale: il podcast di business più richiesto in Italia.

Guarda il video dove lo stesso Giulio Gaudiano presenta la nuova edizione del festival: https://youtu.be/Mry65mDqDz4.

L'accredito media e il materiale della cartella stampa, può essere richiesto alla pagina http://www.festivaldelpodcasting.it.

Comunicato stampa Radiospeaker.it

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio Maria posta la carta d'identità di Gesù su Facebook: la dura reazione dei fedeli

Fri, 2019-10-11 18:19

Radio Maria è molto attiva sui social. L’emittente è solita pubblicare quotidianamente su Facebook immagini con preghiere e collegamenti ai suoi programmi in diretta, anche se qualche giorno fa ha voluto pubblicare un post un po’ diverso dal solito, che ha decisamente diviso (e in alcuni casi spiazzato) gli utenti del popolare social network. C’è chi si è fatto due risate e chi si è espresso in commenti molto duri.

Ma passiamo al post in questione, pubblicato martedì pomeriggio:

Cognome: Il Nazareno

Nome: Gesù

Nato: il 25 dicembre a Betlemme (Palestina)

Cittadinanza: Cielo, Terra e ogni luogo

Residenza: Regno dei Cieli

Via: del Paradiso

Stato Civile: Figlio di Maria

Professione: Fratello del mondo

 

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script'); var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Sì, avete letto bene. Con tanto di fototessera, firma e impronta digitale, Radio Maria ha condiviso con gli utenti di Facebook, la “carta d'identità” di Gesù Cristo. Che come connotati salienti ha Statura: Alta, Capelli: Divini e giustamente Occhi: Pieni di Luce. E infine la Firma del Sindaco: San Pietro.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Una trovata che ha sorpreso un po’ tutti i follower della radio su Facebook, nel bene e nel male, e di cui si parla già da qualche giorno, dato che il post ha collezionato più di 1000 commenti, più di 6000 reazioni e oltre 2000 condivisioni.

L’intento di Radio Maria probabilmente era far sorridere gli utenti che la seguono quotidianamente su Facebook, anche se non tutti hanno inquadrato il post con leggerezza. Tra i commenti negativi che spiccano maggiormente leggiamo "Vi rendete conto che state ridicolizzando la figura di Gesù Cristo? Temo di no", oppure “Non ha bisogno, né il credente né Gesù Cristo, di questa cosa che avete pubblicato: veramente di cattivo gusto", un sintetico "Dio vi perdoni"  e c’è anche chi si appella direttamente al comandamento "Non invocare il nome di Dio invano".

Radio Maria rende pubblica la carta d'identità di Gesù Cristo 

Tra i commenti però, si fa notare anche chi ha apprezzato molto l’idea della radio, ed è pronto a fare dell’ironia "Che shampoo devo usare per avere anche io i capelli divini?", oppure "avrà la patente nautica obbligatoria visto che cammina sulle acque!?", e per finire "Cittadinanza: Cielo e Terra e ogni luogo... Cosa non ci si inventa per non pagare le tasse”. Insomma, un po’ come per tutte le cose, c’è chi ha avuto reazioni differenti. Quel che è certo, è che questo post non è passato inosservato.

Articolo a cura di Vittoria Marchi

 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio Deejay: -2 alla DEEJAY TEN di Milano 2019

Fri, 2019-10-11 16:21

Per la 15° edizione della DEEJAY TEN, che si terrà domenica 13 ottobre alle 9.30, saranno ben 40.000 gli iscritti che quest’anno si posizioneranno sulla linea di partenza per la corsa non competitiva più divertente e dinamica d'Italia.

Si parte da Piazza Duomo, dove già dalle 9:00 del mattino il Trio Medusa, Linus ed altri personaggi di Radio DEEJAY, animeranno la piazza con tutta la loro energia che da sempre li contraddistingue.

Il cuore della città, Il Duomo di Milano, sarà il punto di partenza dal quale si snoderà un percorso ricco e suggestivo, che toccherà punti di interesse cruciali per gli estimatori meneghini.

La partenza sarà scaglionata in griglie, che non saranno in ordine di numero del pettorale, ma a riempimento: 3 per la 10 km (prima partenza ore 9.30 e a seguire le altre due), mentre per la 5 km si partirà alla 10.30.

Un percorso che attraverserà le vie del centro, del quadrilatero della moda e per tagliare infine il traguardo all'Arco della Pace (DEEJAY Five) e all’Arena Civica (DEEJAY Ten), dove ad accogliere i runner ci saranno i personaggi e la musica di Radio DEEJAY. 

Domenica mattina già dalle 8.00, il team di Pinocchio - La Pina, La Vale e Diego - sarà al Village per il risveglio muscolare.

New Balance, sponsor tecnico, fornirà le maglie create appositamente per la gara, che anche quest’anno saranno di diverso colore: i runner della DEEJAY Ten correranno con la maglia color verde fluo, mentre quelli della DEEJAY Five con la maglia color blu elettrico.

Sarà ancora una volta una grande festa per tutti gli appassionati DEEJAY e per gli amanti della scorsa in città. La metropoli verrà invasa da un fiume di colori, accentuati quest’anno dalla speciale collaborazione intrapresa da Radio DEEJAY e Lucca Comics & Games. Lungo il tragitto saranno quindi presenti numerosi cosplay, da Assassin’s Creed a Star Wars, da Marvel a Dc Comics.

Un grande evento quindi, che cresce e che negli anni è diventato un appuntamento fisso anche a Roma, Firenze e Bari.

Aperte inoltre le iscrizioni per la prossima tappa romana del 24 novembre, on line  https://deejayten.deejay.it/roma/iscrizioni/ , o presso i punti vendita ufficiali.

Imperdibile la nuovissima tappa estiva, che per la prima volta si svolgerà nel cuore della stagione calda, il 18 Luglio 2020, in una località balneare sull’adriatico meta da sempre di turismo e movida: Lignano Sabbiadoro. Al DEEJAY Village, uno stand apposito presenterà l’iniziativa e fornirà dettagli agli interessati.

Il DEEJAY Village in Piazza del Cannone (aperto: venerdì 11 ottobre dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 20 e domenica dalle 7 alle 12), sarà il punto d'incontro dei runner per il ritiro del pacco gara e luogo in cui i partner coinvolti presenteranno le varie offerte e servizi. Partner che come ogni anno faranno da garanti per tutta la durata dell’evento.

Comunicato stampa

Studenti on air: nasce Giovanni XXIII Radio

Fri, 2019-10-11 11:55

Una nuova web radio scolastica è pronta a dar voce a dei giovanissimi speaker radiofonici. Giovanni XXIII Radio ha avviato le sue trasmissioni.

Siamo a Terni, alla scuola media “Giovanni XXIII”, dove un progetto radiofonico sta coinvolgendo tutte le classi dell’Istituto. Musica, attualità, didattica, problematiche del mondo giovanile… guidati dai loro insegnanti, gli studenti sono incentivati a raccontare il proprio mondo al microfono, i loro sogni, le paure, e gli obiettivi da raggiungere in futuro.

Lo scopo del progetto, è spingere i ragazzi verso un utilizzo più consapevole delle tecnologie, per comunicare con i propri coetanei e fare gruppo. Con l’aiuto dei professori, gli studenti imparano così a scrivere i testi per la diretta, a raccogliere informazioni, a rispettare i tempi e il lavoro degli altri, e a parlare al microfono vincendo così la timidezza. Il progetto è aperto a tutti gli alunni della scuola media, che si è trasformata in questo modo in una grande redazione radiofonica, in cui si registrano programmi e si fanno dirette ed interviste.

Giovanni XXIII Radio: la nuova web radio scolastica di Terni

I ragazzi non sono più degli ascoltatori passivi, ma i protagonisti del loro lavoro. Per realizzare i programmi è essenziale l’impegno di tutti, redattori, tecnici e speaker, è un’esperienza che avvicina i  ragazzi al mondo del lavoro, e che insegna a fare gioco di squadra.

Giovanni XXIII Radio tratta non solo di argomenti legati al mondo scolastico, ma anche di cronaca. I ragazzi sono incentivati a leggere i quotidiani, a documentarsi in rete, per raccontare ai loro coetanei i fatti salienti del giorno, anche a livello locale. La web radio infatti intende dar risalto anche alla vita del quartiere. 

Per ascoltare le trasmissioni dei ragazzi, come apprendiamo da www.ternitoday.it, basta collegarsi alla pagina Facebook di Giovanni XXIII Radio. A questo punto non resta che augurare un buon lavoro a tutti i ragazzi coinvolti nel progetto. Per qualcuno di loro, questo potrebbe anche essere il primo passo verso una carriera nel mondo della radio.

Articolo a cura di Vittoria Marchi

 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio Zeta è media partner di TENNIS & FRIENDS

Thu, 2019-10-10 16:08

Radio Zeta è media partner della 9^ edizione di TENNIS & FRIENDS – Salute e Sport sabato 12 e domenica 13 al Foro Italico, Roma.

Dalle 10 alle 18 tornerà uno dei più importanti eventi sociali nell’ambito della prevenzione in Italia: per tutto il weekend personaggi del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo saranno impegnati in un vero e proprio Torneo Tennis Celebrity. 

Radio Zeta è partner della manifestazione con una campagna di comunicazione dedicata in radiovisione e sarà presente all’evento con i suoi speaker, che animeranno il bordo campo delle partite e sosterranno l’iniziativa dedicata alla salute e alla prevenzione.

Comunicato stampa

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Concessioni, al via la proroga per molte emittenti radiofoniche

Thu, 2019-10-10 15:47

La conferma arriva sul portale d'informazione svizzero, SWI, dove si ufficializza la proroga delle concessioni per 49 emittenti, tra radio e tv.

Quest'ultime, infatti, hanno ottenuto tale riconferma sino al 2024. Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni, valutate le condizioni legali di coloro che hanno fatto richiesta ad aprile di proroga della concessione di trasmissione, ha espresso una valutazione positiva  dando, così, effettivo inizio a tale provvedimento a partire dal 1° gennaio 2020.

L'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) ha precisato che il compito delle emittenti resta invariato, in termini di crescita culturale del territorio di competenza in cui trasmettono.

Secondo un'analisi generale, 21 radio hanno diritto a una quota del canone, in particolare, si tratta di Radio Ticino, Radio 3i e TeleTicino.

Rinunciatarie della propria concessione sono state emittenti quali: Radio 24, Radio Argovia, Radio FM1, Radio Pilatus, Radio One FM e Radio Rouge FM.

Per quanto riguarda l'aspetto finanziario, resta invariato tale sostegno, aumentato al 6% dei proventi del canone dello scorso mese di gennaio. Indiscrezioni anticipano l'uscita di un nuovo bando per la richiesta delle concessioni previsto per il 2023. 

In un periodo in cui si parla tanto di crisi del settore mediatico, con la conseguente chiusura di molte realtà, magari storiche, fortunatamente c'è ancora chi continua a reggere le sorti di un sistema fatto di cambiamenti e stravolgimenti apportati anche dalla tecnologia, in relazione alle modalità di diffusione delle trasmissioni, prima tra tutte la tanto discussa questione del DAB che sta, inevitabilmente, spingendo molti ad adeguarsi, rincorrendo le novità del momento e di fruizione del mezzo.

La stagione radiofonica è ormai cominciata a pieno regime e tra concessioni varie, cambiamenti e novità, altre sorprese di sicuro non mancheranno.

Staremo a vedere! 

Articolo a cura di Maurizio Schettino

 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio: come sintonizzarsi in un mondo multi piattaforma?

Thu, 2019-10-10 14:03

Una volta ho messo su una linea telefonica per aiutare le persone a sintonizzarsi sulla loro stazioni radio preferite. Questo mi ha aiutato ad aprire gli occhi. Molti non conoscono nemmeno la differenza tra AM e FM e alcuni apparecchi sono contrassegnati in modi strani rendendo davvero difficile la sintonizzazione.

La radio è disponibile su un numero sempre maggiore di piattaforme ma non mi sembra che stiamo informando gli ascoltatori su dove e come sintonizzarci. Trovo tutto ciò molto curioso.

Per una radio FM o AM, ricordare alle persone la frequenza su cui ti trovi è importante: ma al giorno d'oggi molte radio sembrano non farlo. 

Capisco che la localizzazione sui feed di rete sia difficile, ma se riesci a gestirlo per le pubblicità, puoi gestirlo anche per gli ID delle stazioni.

Per gli ascoltatori sintonizzati su FM o AM, se si dimentica la frequenza, si dimentica come trovare la radio e questo non è proprio il massimo.

Dire semplicemente "in FM" non aiuta molto. Non dare la frequenza, come fanno alcune radio nel Regno Unito (LBC vi tengo d’occhio) potrebbe danneggiare e non aiutare il pubblico.

Inoltre, ricordare alle persone che è possibile ascoltare l’emittente anche su altri dispositivi potrebbe essere un’ottima idea. Perché - indovina un po' - qualcuno potrebbe non sapere che la radio è disponibile anche su smart speaker, o attraverso la televisione, o su DAB + o semplicemente in HD da qualche altra parte.

Su 97.3 FM, su DAB Digital Radio, su Global Player, su Radioplayer, su lbc.co.uk, sul tuo smart speaker, sul canale gratuito 732, sul satellite al 734, sul canale Sky 0124, sul canale Virgin Media 919 e sul canale TV TalkTalk 627 " chiaramente non si potrà ricordare tutto ogni volta che vuoi menzionare come sintonizzarti.

Ma citare anche un solo metodo di ascolto a rotazione - magari accanto alla frequenza FM - potrebbe essere il modo migliore per ricordare agli ascoltatori che, sì, la tua radio è disponibile anche su quella piattaforma. Ogni ora per esempio.

Nella mia città natale di Brisbane, due grandi stazioni AM non menzionano mai la loro frequenza. Molti non menzionano mai che sono disponibili online, nessuno - nemmeno uno – menziona il DAB +.

Se i tuoi ascoltatori non sanno che possono ascoltarti in quel modo, li perderai.

Sappiamo che mantenere le cose semplici funziona sempre quando sei in onda. Sappiamo anche che dobbiamo semplificare la sintonizzazione della radio. Un giorno riusciremo a mettere insieme queste due conoscenze utili.

Articolo a cura di James Cridland

Radio Wow sta per arrivare

Thu, 2019-10-10 10:12

Il Gruppo Sphera Holding, editore di Radio Company, continua la sua crescita e consolida la sua leadership di ascolti nel Triveneto con il lancio di un nuovo progetto editoriale.

Il 14 ottobre 2019, sarà ufficialmente on-air una nuova emittente: Radio Wow!

Radio Wow sarà una radio dinamica, social, con un suono caratterizzato da hit pop, dance, reggaeton e house, con una copertura FM multiregionale (Veneto e Friuli Venezia Giulia) e la fruizione “multidevice” tramite l’APP e lo streaming in tutta Italia.

In virtù dell’importanza che i millennials hanno acquisito come consumatori e trendsetter, la famiglia di Radio Company ha voluto rivedere il posizionamento dei suoi prodotti radiofonici, puntando a realizzare una nuova emittente che parli a questa generazione; un mezzo che riesca a veicolare il messaggio degli investitori su questo target strategico.

“I Millennials, cioè i nati tra il 1981 ed il 1995 – dichiara Mattia Comin editore del Gruppo Sphera Holding - ad oggi hanno tra i 24 ed i 38 anni e rappresentano il 25% della popolazione italiana. Già oggi, e sempre più negli anni a venire, i millennials rappresenteranno i Responsabili Acquisto della maggior parte dei prodotti di largo consumo e non solo, e si apprestano a diventare il segmento top spender di domani. Nel 2025 rappresenteranno il 75% della forza lavoro in Italia. Per questo Radio Wow sarà un mezzo di comunicazione strategico a disposizione delle aziende per la promozione di prodotti e servizi rivolti al target dei millennials”.

“Al timone di Radio Wow – continua Comin - abbiamo voluto un Direttore Artistico di grande esperienza nel mondo della musica e dei club di tutto il mondo, Stefano Mattara. La sensibilità artistica di Stefano sarà molto importante non solo nelle scelte musicali, ma anche nel riportare i giovani a riconoscersi in un’emittente radiofonica che possa diventare la loro community. Inoltre ci saranno personaggi provenienti dai social network e dal mondo della vita notturna, accanto a voci prestigiose come quella di Manuela Doriani, speaker e DJ che non ha bisogno di presentazioni, che sarà l’interprete della mattina di Radio Wow”.

Il palinsesto di Radio Wow partirà ufficialmente lunedì 14 ottobre, anche se la radio ha già iniziato a far parlare di sé…infatti domenica 29 Settembre l’emittente ha trasmesso la stessa canzone per 24 ore, scatenando il passaparola sui social network: Radio Wow è già stata identificata come una “Radio fuori dagli schemi”.

Domenica 13 ottobre alle ore 17.00 scatterà il countdown con due ore di diretta nella quale saranno presentati tutti i programmi e tutti gli artisti che collaboreranno con Radio Wow.

Radio Wow fa parte del Gruppo Sphera Holding insieme alle emittenti Radio Company, Radio 80, Radio Padova, Easy Network, Radio Company Easy e Radio Valbelluna.

Il Gruppo Sphera Holding raggiunge complessivamente 920.000 ascoltatori giornalieri nel giorno medio nell’area del Triveneto (TER anno 2018 – Ind. +14 anni).

La raccolta pubblicitaria nazionale è curata da TEAMRADIO mentre la raccolta locale e gestita da Trend.


STEFANO MATTARA - DIRETTORE ARTISTICO RADIO WOW:

Tra le sue produzioni ed i suoi remix, chi non ricorda il tormentone che riprendeva la canzone della Berte ...”e ci ritroviamo in alto mare ...” bene era proprio lui uno dei produttori di 2Black, ma ha prodotto e remixato anche PITBULL, SOPHIE ELLIS BEXTOR, DJ DADO, BARBARA TUKER, MICHELLE WEEKS, ROCHETS, GALA, COOLIO, LUMIDEE, CAROLINA MARQUETZ,GIPSY KING, SEAN PAUL, UNDERDOG PROJECT, NOELIA, senza dimenticare il remix di Sweet Dreams degli EURITHMICS che è tuttora presente in molti set di dj internazionali.

Nel 2008 ha prodotto il suo singolo “MATTARA - Send the message” contenente il sample di Mory Kante “Yeke Yeke” che ha avuto un successo internazionale portandolo a essere il discoEstate 2008 in Italia, in Europa e tra i primi 50 negli Stati Uniti; nell’estate del 2009 è uscito con “Dreams of my life” entrato in soli 7 giorni nei Top 100 dei singoli Italiani e in onda sui principali Network italiani.

Col Pseudonimo più Edm, Mat’s Mattara nel 2010 con il singolo MAT’s MATTARA feat. RockMan“Opera”, uscito su ULTRA Music e SPINNIN’,ha letteralmente invaso le classifiche club di mezzo mondo e supportato dai Top Dj come gli SWEDISH HOUSE MAFIA (Sigla Ushuaïa Ibiza 2010), AXWELL , INGROSSO , CHUCKIE , BOB SINCLAR , DAVID GUETTA e molti altri.

Durante l’estate 2012 Stefano Mattara ha realizzato il remix per YOLANDA BE COOL con “We no speak americano” (tu vuo fa l’americano) che ha portato a essere la versione più usata dai dj.

Sempre nel 2012 con STEFANO MATTARA Vs ALEX AVENUE “Tango” la Top10 della Beatport House Chart, ed è stata utilizzata tra le sigle di “VELINE” su CANALE 5 ed inserito nel film natalizio del 2012 dei Fratelli Vanzina.

Nell’estate 2014 come Mat’s Mattara e con il singolo “Los Angeles” contenente il sample dei Doors, è stato nelle classifiche EDM club di mezzo mondo e supportato dai Big come MARTIN GARRIX, FIEBEATZ, DVBBS e DIMITRI VEGAS & LIKE MIKE anche al Tomorrowland.

A fine 2014 con “Narcotic 2014”, brano ispirato a Narcotic dei Liquido, ha avuto supporto ancora da DIMITRI VEGAS & LIKE MIKE, FIREBEATZ e molti altri Big.

Nell’inverno 2014 come Stefano Mattara ha firmato la versione che ha spopolato in tutte le radio europee del tormentone ANA TIJOUX – “1977”. Sempre come Stefano Mattara nell’ultimo periodo con le sue produzioni TribalHouse come“The Tribe” e “Kimba” sta invadendo le charts house di mezza europa e sono supportate da GREGOR SALTO, PACO OSUNA, LENNY FONTANA, CAROLA dalla TOOLROOM,SPINNIN’ DEEP, ARMADA, HED KANDI e molti altri.

Il suo essere eclettico nel produrre vari generi lo porta, in questo periodo, ad avere anche un album con le sue versioni Reggaeton o meglio ReggaeBoot come le chiama lui, dopo svariate settimane al numero 1, ad essere ancora altissimo in classifica su iTunes.

 

MANUELA DORIANI:

Nata e cresciuta a Torino, ha iniziato la professione di speaker in una radio locale piemontese, sul finire degli anni ottanta.

Ha ottenuto in seguito un contratto di un anno su One o One network, l'attuale radio R101, vincendo un concorso per aspiranti conduttori radiofonici.

Grazie a Claudio Cecchetto è arrivata a Radio Deejay, dove ha condotto il programma Gran Sera Deejay, insieme con la collega Paoletta, e la fascia che andava dalle ore 16 alle ore 18, contenitore di vari programmi. Nel corso del 1993-94 ha condotto più volte la Deejay Parade.

Nel 1995 ha seguito Cecchetto nell’avventura di Radio Capital, dove ha condotto il programma mattutino Capitalia, con Giorgio Mastrota, e il programma serale Kara Manu.

Nel 1997 è passata a Station 1 dove ha condotto Scusa Manu e, verso il termine di quella esperienza radiofonica, ha sostituito il collega Marco Mazzoli nel programma pomeridiano Music Factory.

Nel 1999 è stata speaker di RDS, prima in fascia notturna e poi nella fascia pomeridiana, lasciatale da Mauro Marino. Nello stesso periodo ha iniziato a lavorare anche come autrice.

Nel 2003 è passata a Radio Kiss Kiss, dove ha condotto per due stagioni il programma Il neurone, prima nella fascia pomeridiana e poi in quella pre-serale. Nel 2005 è chiamata da Luca Viscardi a condurre i programmi sportivi nella neonata Play Radio.

A settembre 2006 è diventata resident dj presso il KitschMe di Milano, una delle più importanti serate LGBT italiane. Nel 2008 entra a far parte di Radio Viva FM, conducendo il programma Viva Around The Word. Nel 2010 è entrata a far parte della crew di M2o, in onda tutti i pomeriggi nel Provenzano Dj Show.

Nel 2018 conduce il programma M2oparty, in onda tutte le sere (dal lunedì al venerdì) dalle 20 alle 22 con Andrea Mattei e Fabio Amoroso su M2o.

Comunicato stampa

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Social Media Strategies: a Rimini la 7^ edizione dedicata ai professionisti del Web Marketing

Thu, 2019-10-10 09:47

L’evento, realizzato da Search On Education, si terrà il 6 e 7 novembre al Palacongressi di Rimini tra conferme, novità e un’offerta formativa rivolta all’intero settore: dai social media manager ai professionisti che si occupano di strategie di marketing e delle principali leve del digitale.

Il 6 e 7 novembre il Palacongressi di Rimini accoglierà nuovamente il Social Media Strategies, l’evento per i professionisti dei Social Media e del Web Marketing firmato Search On Education, business unit di Search On Media Group.

Giunto alla sua 7^ edizione e dopo aver registrato oltre 1.500 partecipanti nel 2018, l’evento torna nel capoluogo riminese con un’offerta formativa mai così ampia: per procedere di pari passo con l’evoluzione del ruolo dei Social Media Manager, sempre più coinvolti nei processi strategici dei brand e delle aziende, la formazione sarà infatti rivolta sia a coloro che operano sui Social Media, sia ai professionisti e alle aziende che si occupano di web marketing a livello strategico e operativo.

Il programma della prossima edizione, già online sul sito dell’evento, promette oltre 50 interventi formativi da parte di più di 60 speaker esperti del settore, che metteranno a disposizione la loro esperienza personale e professionale all’interno di 4 sale tematiche - Advertising, Analisi, Brand Strategy e Creatività - e della Sala Plenaria, che accoglie il palco principale dell’evento.

“Per la 7a edizione del Social Media Strategies ci stiamo preparando a un salto di qualità importante: internet sta cambiando, come anche il mercato, le professionalità e il modo di lavorare.

La figura del Social Media Manager, sulla cui evoluzione ci siamo confrontati nel corso delle precedenti edizioni, ricopre un ruolo sempre più importante nel contesto strategico delle imprese: questo ci ha suggerito di strutturare un programma formativo rivolto ai professionisti dei Social Media, agli esperti di strategia e alle aziende che fanno del web marketing il loro business, con l’obiettivo di accrescere le competenze dell’intero settore.” spiega Cosmano Lombardo CEO e Founder di Search On Media Group.

Una formazione trasversale, dunque, strutturata per garantire due giornate di aggiornamento professionale su temi, strumenti e piattaforme che interessano professioni e aree di business diverse. All’interno del programma, inoltre, anche diversi percorsi formativi, ideati per consentire ai partecipanti di approfondire le proprie skill e competenze e, allo stesso tempo, di acquisirne di nuove favorendo la possibilità di una crescita professionale a 360°.

Questi i percorsi pubblicati: Copy & Content, E-Commerce, Facebook, Influencer, Instagram, Video & Podcast e Web Marketing. 

L’Area Espositiva e la Sala Plenaria. 

Oltre le porte delle sale formative, l’Area Espositiva dell’evento presenta numerose opportunità di networking presso gli stand di sponsor ed espositori, mentre il servizio di Speed Meeting favorirà la conoscenza e il confronto tra i professionisti e le aziende presenti attraverso mini incontri conoscitivi di 3 minuti.

All’interno della Sala Plenaria, poi, si parlerà dei più recenti trend del settore e di temi di attualità legati al mondo dei Social Network, grazie alla partecipazione di relatori come il creative director Paolo Iabichino e Augusto Rasori di Lercio.it.

Inoltre, avranno luogo momenti di confronto e di dibattito sull’utilizzo responsabile dei social network e sul loro impatto sociale, argomenti al centro dell’agenda del Social Media Strategies anche nelle precedenti edizioni anche grazie alla preziosa testimonianza della giornalista Federica Angeli.

Appuntamento, dunque, il 6 e 7 novembre al Palacongressi di Rimini per il #SMStrategies 2019. Tutte le informazioni per l’iscrizione, le promozioni attive e i dettagli relativi al programma sono consultabili all’indirizzo www.social-media-strategies.it.

Search On Media Group

Search On Media Group è un gruppo aziendale nato nel 2008 che si occupa sia di consulenza strategica e operativa, sia di formazione grazie a eventi di rilievo nazionale e internazionale sul digitale. Tra questi, in particolare, spicca il Web Marketing Festival, l’evento italiano più completo sull’innovazione digitale. Attualmente sono oltre 250.000 le persone formate, online e offline, sul Digital Marketing. Il Gruppo, guidato dal CEO Cosmano Lombardo, si articola in 3 business unit: Consulting, Education e Network.

La mission, dopo una crescente e rapida evoluzione della società, è rimasta invariata:creare un sistema di valore tra i diversi soggetti che operano nel mercato italiano ed estero, per sfruttare le opportunità nate con il digitale. Oggi Search On conta tra i suoi partner importanti realtà, italiane e internazionali, appartenenti a vari settori: dal mondo non profit a quello istituzionale, fino a multinazionali e grandi gruppi editoriali.

Comunicato stampa

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

BBC World Servide e EuroDAB: il matrimonio è ufficiale

Wed, 2019-10-09 14:47

Nell'era della radio multipiattaforma e del mondo digitale è utile ritrovarsi per capire a che punto si è arrivati.

E' successo oggi mercoledì 9 ottobre presso la sede di RTL 102.5 a Cologno Monzese.

In tale data BBC World Service English e EuroDAB Italia, di cui presidente è appunto Lorenzo Suraci, hanno indetto una conferenza stampa con tema "Digital World Radio".

Già a fine maggio si era parlato di questi due soggetti in quanto BBC Wolrd Service era entrata nel mux di EuroDAB. Questo ha permesso di sentire l'emittente britannica che fornisce new internazionali in buona parte d'Italia sul canale 12A.

Le nuove auto saranno obbligatoriamente fornite di ricevitore DAB+. La EBU (European Broadcasting Union) sponsorizza e invita tutte le emittenti a dotarsi di trasmettitori digitali e entrare nel mondo del DAB. 

Oltre a Lorenzo Suraci, editore di RTL 102.5 e presidente di EuroDAB Italia, e Federica Gentile, direttrice di Radio Zeta, è intervenuta anche Mary Hockaday, News Controller della BBC.

Digital Radio: BBC Wolrd Service Engliesh e EuroDAB Italia si presentano

Lorenzo Suraci: "Siamo molto orgogliosi che BBC World Service abbia scelto la rete digitale di EuroDAB per diffondere il proprio contenuto in Italia. E' evidente che la professionalità e la passione con la quale facciamo il nostro lavoro è percepita anche al di fuori del nostro paese...per noi è un momento importantissimo, già abbiamo instaurato un bel feeling".

Mary Hockaday: "Sono lieta di aver trovato un partner così dinamico come RTL 102.5. Condividiamo la stessa passione, lo stesso entusiasmo e la volontà di raggiungere sempre più ascoltatori con un prodotto sempre più esteso. Viviamo in un mondo pieno di notizie, la stessa selezione rappresenta una sfida importante e delicata. Puntiamo sulla fiducia e combattiamo le fake news. Sulla BBC si trovano sempre notizie accurate e imparziali. Come BBC abbiamo una rete mondiali di giornalisti e produttori molto preparati. Le notizie sono il nostro core business. Oltre all'attualità offriamo anche programmi di arte, spettacolo, scienza e uno spazio dedicato ai dibattiti di interesse globale. In qualsiasi momento si accenda la radio digitale vogliamo che ci sia qualcosa di interessante da ascoltare. Sono rimasta colpita da come la popolazione italiana sia legata al mezzo radiofonico.

Articolo a cura di Stefano Tumiati

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio Wellness, la radio della salute

Tue, 2019-10-08 18:26

Radio Wellness, nata nel 2012, è la prima web radio interamente dedicata ai temi di salute e benessere.

Si rivolge ad un pubblico generalista, approfondendo temi di carattere medico, scientifico e sanitario, utilizzando un linguaggio alla portata di tutti.

La radio trasmette 24 ore su 24 e può essere ascoltata in diretta su www.radiowellness.fm o in qualsiasi momento tramite podcast.

Dalla sua nascita, Radio Wellness ha tramesso oltre 80 ore di interviste, 1.300 trasmissioni live, oltre 3.000 Pillole di Salute e più di 50.000 ore di musica, oltre ad aver partecipato, a partire dal 2016, a più di 50 eventi e fiere dedicati a salute, medicina, musica, scienza e sport.

Radio Wellness, la radio della salute

Radio Wellness è anche una testata giornalistica che diffonde i propri contenuti sia attraverso il canale audio,
sia attraverso articoli pubblicati nel proprio portale e resi poi disponibili anche per l’audio diffusione tramite il
servizio crealatuaradio.it.

Presta ampia attenzione ai temi legati alla prevenzione e agli stili di vita, dando la possibilità agli ascoltatori di interagire direttamente con medici specialisti e accademici ospiti delle puntate della trasmissione #Salute, giunta quest’anno alla sua quarta edizione, condotta dal Direttore di testata, giornalista e farmacista.

Il palinsesto di Radio Wellness comprende anche altre trasmissioni, notiziari e pillole informative quotidiane inerenti al mondo della salute, oltre a trattare temi relativi al mondo dello sport e della musica, ambiti strettamente collegati al benessere della persona.

La squadra è composta da un team giovane, sempre aggiornato e all'avanguardia, in grado di rivolgersi a qualsiasi tipo di pubblico, con lo scopo di sensibilizzare su tutte le tematiche di salute e benessere, invitando a condurre uno stile di vita sano attraverso i consigli dei più rinomati esperti dei vari settori.

Il nuovo modo di prendersi cura di sé a portata di click: visita il sito e i canali social di Radio Wellness.

Comunicato stampa

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio Aut Marche chiude dopo 43 anni di trasmissione

Tue, 2019-10-08 11:20

Radio Aut Marche dopo oltre quarant'anni di trasmissione nelle Marche e nelle province di Rimini e Teramo, chiude i battenti.

L'annuncio arriva direttamente dall'emittente, che sui social ha diffuso la notizia della prossima conclusione della programmazione, che avverrà entro la fine del 2019.

Fondata nel 1976 da Giancarlo Guardabassi e Goffredo Luciani, per 43 anni ha tenuto compagnia agli ascoltatori delle Marche, unica regione in cui è presente in FM.

Col passare del tempo però è riuscita a ritagliarsi anche un'ulteriore fetta di pubblico grazie al digitale terrestre e alla possibilità di ascoltare la radio in streaming, ma entro qualche mese tutto ciò non sarà più possibile.

Addio a Radio Aut Marche

Le ragioni della chiusura non sono state del tutto specificate nel post di Facebook, ma si parla di una decisione sofferta, ovviamente, e anche necessaria, lasciando quindi incertezza sui motivi precisi che hanno portato a tutto ciò.

Ecco il messaggio con cui Radio Aut Marche comunica la chiusura dell'emittente che avverrà nei prossimi mesi:

Articolo a cura di Alessio Di Pietro

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Al via la nuova programmazione di Idea Radio

Mon, 2019-10-07 19:23

Una nuova programmazione per l'emittente pugliese Idea Radio che trasmette per le province di Brindisi e Taranto.

Si comincia alle 07:45 con la "Rassegna Stampa Nazionale“ curata dalla redazione di InBlu (il network ad ispirazione religiosa di cui l'emittente da parte), mentre dalle 9 alle 13 Antionio Ligorio e Florinda Ciracì conducono "Il Territorio in Diretta" relativo appunto alle notizie e agli eventi locali. 

Nel pomeriggio, Betty Schiavone cura lo show "LIVE!" dalle 15 alle 17, seguita dalle 17 alle 19 da Jossie Donatiello. 

Durante il weekend, invece, Maria Rita De Nitto conduce "Un’ala di Riserva – il Vangelo nella quotidianità”, alle 14.40 il Sabato e alle 08.40 la Domenica, dedicato alla figura di Don Tonino Bello ex vescovo pugliese di cui è in corso il processo di beatificazione.

La domenica va in onda la versione de "Il Territorio in Diretta" condotta da Betty Schiavone mentre dalle 12 alle 13 Otello Giardino cura il programma " Pranzo e Musica".  

Non mancherà la rotazione musicale di "Bella Musica" e i momenti di riflessione e preghiera ne "I messaggi di Maria".

I programmi sono visibili in diretta sulla pagina Fb dell'emittente: IdeaRadio NelMondo.

Attiva sin dal 1987, Idea Radio è fortemente radicata nel territorio e particolarmente attenta sia alla promozione della cultura, dei progetti e delle imprese locali sia a tematiche a sfondo sociale come disabilità, diritti della persona, infanzia. 

A cura di Mariele Scifo

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio 24 compie 20 anni e svela il suo nuovo logo

Fri, 2019-10-04 23:47

Il 4 ottobre del 1999, Radio 24 inaugurava le sue trasmissioni dagli studi di via Richard a Milano, come emittente del Gruppo 24 Ore. Un palinsesto che ruota ancora oggi essenzialmente intorno all’informazione e all’attualità, con approfondimenti su economia, politica, società e viabilità.

Oggi Radio 24 fa ancora dell’informazione il suo marchio di fabbrica, con radiogiornali ogni mezz’ora e una costante lotta alle fake news. Il tutto per fornire ai suoi ascoltatori un quadro completo e corretto della realtà.

Oggi Radio 24 festeggia il suo 20esimo compleanno, ricorrenza che però cade in un momento non troppo felice per l’emittente. In questi giorni è infatti in corso uno sciopero del personale non giornalistico di Radio 24, vale a dire di tecnici, autori e assistenti ai programmi, per cui l’emittente da giovedì sta trasmettendo solamente musica e pubblicità. Nonostante il disagio di questi ultimi giorni, Radio 24 stasera ha comunque scelto di rivelare ai suoi ascoltatori una novità attesa già da qualche mese.

Nell’estate 2019, Radio 24 ha lanciato un concorso rivolto ai suoi ascoltatori, per la scelta del nuovo logo e claim dell’emittente. Ai partecipanti è stato chiesto di concentrarsi sui tre punti forti che da sempre caratterizzano Radio 24, ovvero innovazione, futuro e autorevolezza. Per un lavoro che rappresentasse a pieno l'identità della radio. Con il termine dell’estate, una giuria ha valutato tutte le proposte pervenute, e oggi Radio 24 ha reso pubblico il suo nuovo logo e claim, come concordato al lancio del concorso. Un piccolo regalo rivolto ai suoi ascoltatori, per festeggiare i primi 20 anni dell'emittente.

Radio 24 festeggia il suo 20esimo compleanno con un nuovo logo

La scelta della giuria in merito alla due proposte vincenti (una per il logo e l'altra per il claim) è stata resa pubblica stasera, con il contributo di Enel, nel corso della festa per il 20esimo compleanno della radio. Il nuovo logo (realizzato dal 38enne torinese Giovanni Burrascano), riporta sempre la scritta "Radio" in nero, solo che al posto del quadrato rosso a cui eravamo abituati, c'è una sfera verde con al centro il numero "24" di colore bianco. Il nuovo claim, proposto dal 19enne ferrarese Diego Tracchi, invece è "La passione si sente". Nei prossimi giorni seguirà anche un restyling del sito dell'emittente.

A questo punto non ci rimane che augurare buon compleanno a Radio 24 per i suoi primi 20 anni.

Articolo a cura di Vittoria Marchi 

 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

5 cose che forse non sai su Fabio Volo

Fri, 2019-10-04 23:27

Dopo aver scovato delle curiosità su Fernando Proce, Nicola Savino e Pippo Pelo, è arrivato il momento di aggiungere un nuovo nome.

Stiamo parlando di una delle voci più apprezzate del panorama radiofonico italiano, anche se la sua carriera ruota davvero a 360°.

Conduttore radiofonico, televisivo, attore, sceneggiatore, doppiatore, autore di best seller… stiamo parlando ovviamente di Fabio Volo, in onda ogni mattina dalle 9.00 alle 10.00 su Radio Deejay con “Il Volo del Mattino”.

Una carriera come la sua, è a dir poco ricca di curiosità…

L’origine del soprannome

Fabio Volo, pseudonimo di Fabio Bonetti, per il suo nome d’arte ha tratto ispirazione da una canzone. Non una canzone qualunque, ma una sua canzone.

Dal 1994 al 1996, Fabio Volo ha tentato infatti la strada del canto, facendo uscire un po’ di singoli di genere eurodance con l’etichetta bresciana Media Records. Uno dei brani in questione, “Volo”, nel 95’ gli dà l’idea per il suo nome d’arte. Nel 96’ abbandona il mondo della musica per debuttare come speaker radiofonico su Radio Capital, sotto la guida di Claudio Cecchetto

Un ruolo a teatro

Nella sua carriera, Fabio Volo ha recitato in ben 12 film, e preso parte a più programmi televisivi, e nel 2003 ha avuto anche un ruolo a teatro. Lo speaker di Radio Deejay è salito sul palco per recitare nella pièce scritta e diretta da Silvano Agosti, con musiche di Ennio Morricone. Nello stesso anno pubblica il suo secondo libro “È una vita che ti aspetto”, uno dei best seller di quel periodo.    

Si è fermato alla terza media

Fabio Volo è uno degli scrittori italiani di maggior successo, in Italia e all’estero. Ad oggi ha pubblicato ben 9 romanzi, dal 2001 al 2017, tutti editi da Mondadori, e con vendite da record.

Eppure, ha interrotto gli studi molto presto. Fabio Volo ha smesso di studiare prima della scuola superiore, si è fermato alla terza media. Oggi ogni tanto lo ricorda al suo pubblico come un aneddoto divertente.

Nel 2013, tramite un post condiviso sui suoi social, lui stesso aveva messo in giro la voce riguardo un’importante università italiana intenzionata a riconoscergli una Laurea ad honorem per i  suoi romanzi. Notizia da molti presa come una battuta, che però non è mai stata smentita o confermata.

Ha prestato la voce ad un panda

Tra il suo programma alla radio, gli impegni televisivi e i libri, Fabio Volo nel corso della sua carriera ha avuto modo di sperimentare anche nel mondo del doppiaggio.

Nel 2008 presta la voce al simpaticissimo Po, l'irresistibile panda protagonista del film d’animazione “Kung Fu Panda”, prodotto dalla DreamWorks Animation. Successivamente, Fabio Volo tornerà a vestire i panni del goffo e goloso panda Po anche per lo spin-off  “I segreti dei cinque cicloni”, e per i film “Kung Fu Panda 2” e “Kung Fu Panda 3”.

La sua prima esperienza nel doppiaggio però risale al 2003, nel film d’animazione italiano “Opopomoz”, diretto da Enzo D'Alò e distribuito da Mikado Film. La storia è ambientata a Napoli, e Fabio Volo interpreta il diavoletto Farfaricchio.

È stato Babbo Natale per un giorno

Il fatto risale all’inverno del 2018, pochi giorni prima di Natale. Nel corso di una puntata de “Il Volo del Mattino”, lo speaker è sceso in strada con tanto di cappello da Babbo Natale in testa e sacco colmo di regali, per distribuire dei gadget di Radio Deejay ai passanti.

La sorpresa di chi si trovava da quelle parti era prevedibile, ci sono stati molti selfie, e persino qualche richiesta dei brani da mandare in onda. Un regalo nel vero spirito natalizio.

Studi interrotti, doppiatore di un panda amante del kung fu, musica, teatro, inviato speciale di Babbo Natale… queste erano le nostre 5 curiosità su Fabio Volo.

Articolo a cura di Vittoria Marchi

 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.

var q10d63jg0duvglf;(function(d, t) { var s = d.createElement(t), options = { 'userName':'joekiesa', 'formHash':'q10d63jg0duvglf', 'autoResize':true, 'height':'688', 'async':true, 'host':'wufoo.com', 'header':'show', 'ssl':true}; s.src = ('https:' == d.location.protocol ? 'https://' : 'http://') + 'www.wufoo.com/scripts/embed/form.js'; s.onload = s.onreadystatechange = function() { var rs = this.readyState; if (rs) if (rs != 'complete') if (rs != 'loaded') return; try { q10d63jg0duvglf = new WufooForm();q10d63jg0duvglf.initialize(options);q10d63jg0duvglf.display(); } catch (e) {}}; var scr = d.getElementsByTagName(t)[0], par = scr.parentNode; par.insertBefore(s, scr); })(document, 'script');

Radio WOW, il 14 ottobre l'inizio dei programmi

Fri, 2019-10-04 17:50

Tutto pronto per la messa in onda di Radio WOW, l'emittente del gruppo veneto Spheraholding, di cui fa parte anche Radio Padova e Radio Company. Entusiasmo e tanta passione per il media da parte del direttore della neonata realtà in FM, Stefano Mattara che, dal suo profilo Facebook, ha annunciato, poche ore fa, l'inizio delle trasmissioni, previsto per il prossimo 14 ottobre

"I proprietari del gruppo mi hanno detto di fare una radio a modo mio. Per uno, come me, che lavora in radio da quattordici anni, la prima cosa che ho esclamato è stata: "WOW!"", queste le parole del neo direttore artistico, particolarmente entusiasta per il nuovo ruolo affidatogli che lo ha visto impegnato, nei mesi scorsi, nella definizione del cast artistico che andrà a costituire l'assetto di "WOW". Dal carattere dinamico e social, Radio WOW si appresta a trasmettere una selezione musicale composta dal genere pop, unito a quello dance, reggaeton e house. 

Dove è possibile ascoltare Radio WOW?

Work in progress anche il sito web, all'indirizzo www.radiowow.com, dove è già possibile consultare le varie frequenze dalle quali è sarà ascoltabile l'emittente veneta, in grado di coprire anche la provincia di Udine, Belluno e Trieste. Allo stesso modo, è attiva anche la pagina Facebook che, con vari post, annuncia l'inizio ufficiale delle trasmissioni.

"Voglio ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine e tutti i ragazzi che saranno in onda dal 14 ottobre", così Mattara ha terminato il suo video annuncio.

Una novità, quella di Radio WOW, che si lega a quelle che stanno interessando il noto gruppo editoriale che, nell'ultimo periodo, ha visto l'ingresso di Luca Lazzari, ex R101, quale nuovo direttore artistico di Radio Padova, come annunciato anche da noi di Radiospeaker.it in un precedente articolo. 

In bocca al lupo, quindi, a tutta la squadra diretta da Mattara, per un inizio ricco di passione e grinta, con l'augurio di poter ritrovare lo stesso direttore o qualche speaker tra le pagine del nostro portale, magari per una bella intervista "inaugurale"!

Articolo a cura di Maurizio Schettino

Pages