Register Now
Subscribe to Radiospeaker.it feed Radiospeaker.it
News Radiofoniche, Interviste ai professionisti della radio e Guide di tecnica radiofonica
Updated: 52 min 55 sec ago

Rai Radio3: due appuntamenti con la musica dal vivo

Tue, 2021-10-19 19:17

Radio e musica, da sempre, è il binomio perfetto che accompagna ogni speaker o programma radiofonico. Tuttavia, la musica dal vivo in radio può scaturire un certo effetto. Su Rai Radio3 si concretizzerà questo binomio – musica dal vivo e radio – già nella giornata di oggi, martedì 19 ottobre alle ore 20:30. Due concerti, dunque due appuntamenti, “next generation” il 19 ottobre e il 10 novembre, che vedranno la musica dal vivo negli studi di Rai Radio3.

Le location saranno gli studi di Corso Sempione a Milano e la sede di Via Asiago a Roma. Per quanto riguarda il primo appuntamento, ci sarà la messa in onda dallo studio di Milano, con Danilo Rossi e il quartetto Adorno (Edoardo Zosi, Liù Pellicciari, violini; Benedetta Bucci, viola; Stefano Cerrato, violoncello). Per quanto riguarda il secondo appuntamento – come comunicato dall’ufficio stampa della Rai – dagli studi di Roma, la presenza riguarderà di maestri di generazioni differenti, a rimarcare la “next generation“:  il violoncellista Enrico Dindo, vincitore del Concorso “Rostropovich” di Parigi nel 1997 e nominato di recente direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Romana, a guidare il giovane Quartetto Eos (Elia Chiesa, Giacomo Del Papa, violini; Alessandro Acqui, viola; Silvia Ancarani, violoncello).

Dunque, la musica dal vivo torna in radio in due appuntamenti tutti da vivere su Rai Radio3. Un buon momento per dedicarci del tempo, vivere i due appuntamenti in programma grazie alla presenza di maestri all’opera, protagonisti sia dallo studio di Milano che di Roma. Un modo per rilassarsi e godersi della musica, dopo una giornata di lavoro. Si comincia già da questa sera, su Rai Radio3, dagli studi di Corso Sempione.

L'articolo Rai Radio3: due appuntamenti con la musica dal vivo proviene da Radiospeaker.it.

Lo Zoo di 105 sarà visibile in TV

Tue, 2021-10-19 13:31

Dopo alcune settimane di prove, il programma più ascoltato d’Italia si appresta a sbarcare in radiovisione.

A partire da lunedì 25 ottobre, “Lo Zoo di 105” guidato da Marco Mazzoli (che domani 20 ottobre compirà 49 anni) sarà trasmesso in replica la sera dalle 23 su 105 TV (canale 157 del Digitale Terrestre).

Il programma, in onda abitualmente dalle 14 alle 16 su Radio 105, sarà anche in diretta sincrona in streaming sull’app per smartphone dell’emittente. Al momento non è noto se verrà trasmesso in radiovisione sul canale tv.

Scherza così Marco durante la diretta di oggi: “Sono venuto io a Milano e in 5 giorni abbiamo risolto tutto”

Dunque un grande passo avanti per il programma, che aspettava questo momento da tanto tempo. Lo scorso anno, infatti, era stato progettata la trasmissione in versione “cartoon” della scenette storiche del programma, ma l’idea venne poi affossata.

I numeri però sono dalla loro parte: oltre ai dati d’ascolto, le visualizzazioni. Basti pensare ad una diretta trasmessa su YouTube e che ha raccolto oltre 55.000 visualizzazioni.

Intanto l’emittente di Radio Mediaset ha da poco accolto nella famiglia Francesco Facchinetti e Sabrina Scampini, in onda tutti i giorni dalle 18 alle 20 con “105 Kaos”, anche su 105 TV.

L'articolo Lo Zoo di 105 sarà visibile in TV proviene da Radiospeaker.it.

A Subasio Music Club arriva “la Cantantessa” Carmen Consoli

Tue, 2021-10-19 11:30

Radio Subasio: A Subasio Music Club arriva “la Cantantessa” Carmen Consoli. Il termine con cui viene definita non solo figura nel dizionario “Neologismi quotidiani (1998-2003)” ma è esclusivo! Glielo attribuì un ingegnere del suono sud africano che, prima di una sua registrazione in studio, pensando fosse scorretto chiamarla “cantante” come un uomo, la battezzò “Cantantessa”. Carmen Consoli, l’unica “Cantantessa” della musica italiana, sarà protagonista, martedì 26 ottobre, di Subasio Music Club.

Il live, previsto dalle 21:00 alle 22:00, si svolge ancora senza pubblico in presenza, ma 50 ascoltatori in videocollegamento potranno porre domande all’artista, rimanendo visibili sul maxischermo in studio. La diretta Facebook Live sulla pagina di Radio Subasio assicurerà a tutti la visione del programma, trasmesso in simulcast in Fm ed in streaming su radiosubasio.it

Roberto Gentile il compito di condurre una serata all’insegna dei cavalli di battaglia e dei nuovi brani – giocati sul filo di parole serie, pensate, pesate – raccolti in “Volevo fare la rockstar”.

L’album, ricco di immagini fiabesche, nell’alternarsi di passato, presente e futuro, invita a “respirare col cuore”, a “riaccendere i sogni e i lumi della ragione”, a trovare la parte più autentica di sé, dando voce a “quei desideri che da qualche parte ancora aspettano”.

Tra i temi ricorrenti, il timore del possibile affermarsi di una logica di sopraffazione … davanti alla quale, secondo Carmen Consoli, basta immergersi nella Natura per “ricominciare, imparando dagli alberi a camminare senza calpestare”.

Il disco combina un linguaggio musicale complesso e raffinato ad una cura certosina dei testi, quest’ultima cifra espressiva della Cantantessa”, che in più di un’intervista si è sempre detta a suo agio nella definizione. “Mi piace perché non è un termine serio e non vale come dire ‘la cantante’, quella che sa cantare. Io voglio passare come una che canta, una Cantantessa appunto, che sta un gradino più sotto”.

Al di là dei motivi apparentemente “autodenigratori”, il nome si presta a essere letto come l’unione di cantant(e) + (po)etessa, vista proprio l’importanza che nelle canzoni assume la componente verbale.

… E pieno di parole, musica e poesia sarà il nostro Subasio Music Club!

Per far parte della rosa dei 50 partecipanti collegati da remoto, compilare il form pubblicato su www.radiosubasio.it entro il 20 ottobre, indicando anche la domanda che si vuole porre a Carmen Consoli. Una mail fornirà le indicazioni per partecipare.

Ufficio stampa Radio Subasio

L'articolo A Subasio Music Club arriva “la Cantantessa” Carmen Consoli proviene da Radiospeaker.it.

Francesco Facchinetti denuncia Conor McGregor

Sun, 2021-10-17 19:03

Francesco Facchinetti, recentemente passato su Radio 105, ha denunciato Conor McGregor, il campione irlandese di MMA, che si trova in Italia per poter battezzare suo figlio in Vaticano. In occasione della sua visita nel nostro Paese, centinaia di fan lo hanno seguito e acclamato per le strade della Capitale. Nella notte fra sabato e domenica, però, all’interno di un hotel c’è stato lo scontro con lo speaker di Radio 105.

A raccontarlo è lo stesso Francesco Facchinetti, sui social media, dove con un volto tumefatto ha spiegato la situazione nelle stories di Instagram: «alle 2.30 di questa notte sono stato aggredito dal signor Conor McGregor, sì proprio quel famosissimo Conor McGregor, che mi ha tirato un pugno in bocca. Come vedete mi ha spaccato il labbro sopra e sotto, mi ha spaccato il naso. […] Mi ha aggredito di fronte a miei 10 testimoni, più i suoi amici e le sue copiose guardie del corpo».

Francesco Facchinetti preso a pugni da Conor McGregor

È entrato più nel dettaglio, e ha parlato della denuncia a carico del campione irlandese: «mi ha aggredito senza motivazione visto che abbiamo parlato per più di 2 ore, ci siamo anche divertiti insieme. […] Vi assicuro che poteva andare molto molto peggio quindi ho deciso di denunciare Conor McGregor perché è una persona veramente veramente violenta e pericolosa».

Anche la moglie di Francesco Facchinetti, in quel momento paralizzata dalla paura, sempre tramite social media, ha raccontato quel che è successo in quei concitati momenti subito dopo il pugno, confermando le parole dello speaker e l’avvenuta denuncia.

L'articolo Francesco Facchinetti denuncia Conor McGregor proviene da Radiospeaker.it.

Su R101 arriva Pintus

Sun, 2021-10-17 09:54

Angelo Pintus, il comico noto al pubblico per le sue imitazioni, sbarca a R101. La notizia arriva dal sito della stessa emittente che parla di un nuovo show radiofonico, in arrivo prossimamente, condotto dall’imitatore che diventa anche speaker.

Si chiamerà “Un solo Radio Show” il programma di Angelo Pintus in onda prossimamente su R101, dove potremo ascoltare le voci dei tanti personaggi imitati dal conduttore stesso, con tanti ospiti in carne ed ossa in studio.

La musica sarà grande protagonista dello show: Pintus infatti ha preparato una fantastica playlist di canzoni che hanno segnato la sua vita e la sua carriera.

Come sempre gli ascoltatori potranno intervenire via messaggio sms/WhatsApp al 331 80 90 101. 

Pintus, reduce della partecipazione a LOL, produzione di Amazon Prime Video, si cimenterà presto in questa nuova avventura nella radio del gruppo RadioMediaset.

Non ci resta che aspettare per scoprire di cosa è capace anche in radio lo Showman triestino; presto scopriremo novità sull’inizio del programma di Pintus su R101 e certamente vi terremo aggiornati a riguardo.

L'articolo Su R101 arriva Pintus proviene da Radiospeaker.it.

BVMEDIA e DHD Audio: l’intervista a Roberto Bellotti

Sat, 2021-10-16 07:25

In occasione della recente nascita dell’accordo tra BVMedia e DHD Audio, noi di Radiospeaker siamo andati personalmente a scoprire di più sui prodotti DHD direttamente con il CEO di BVMedia, Roberto Bellotti.

Nell’intervista realizzata negli studi milanesi di BVMEDIA, abbiamo chiesto innanzitutto a Roberto Bellotti come fosse nata questa nuova collaborazione; “Il mercato si aspetta soluzioni che non siano solamente software o hardware – ha raccontato Bellotti – e il vestito di distributori solo di software iniziava a essere un po’ stretto“. Una novità per il mercato che permette all’azienda milanese di poter collaborare con tutti.

Le console DHD Audio si integrano perfettamente inoltre con i prodotti già distribuiti da BVMEDIA come Zenon Media e Omniplayer. “L’apertura dei sistemi ci permette di sviluppare tutto un ecosistema di servizi e di soluzioni di cui questo mercato ha bisogno” ha continuato Bellotti.

Una grande collaborazione appena nata che potrebbe aprire le porte ad altri prodotti certamente di alto livello ma soprattutto compatibili con i prodotti già distribuiti. Tutto il personale BVMEDIA, con un’esperienza trentennale nel settore, continuerà fornire ai clienti lo stesso supporto di sempre con la massima attenzione nell’offrire un servizio sempre impeccabile.

Potrete scoprire le nuove console DHD Audio distribuite da BVMedia sul sito dell’azienda.

L'articolo BVMEDIA e DHD Audio: l’intervista a Roberto Bellotti proviene da Radiospeaker.it.

Lucarelli e Bignardi difendono Ambra su Radio Capital

Fri, 2021-10-15 11:20

Sulla polemica per il tapiro di Striscia la Notizia ad Ambra Angiolini sono intervenute anche le sue colleghe de “Le Mattine” su Radio Capital, Selvaggia Lucarelli e Daria Bignardi.

Il servizio, registrato proprio sotto gli studi del Gruppo GEDI in via Massena a Milano, ha attirato le critiche di molti sul cattivo gusto del “premio” storico del tg satirico, anche a seguito delle parole della figlia di Ambra, Jolanda.

Così Selvaggia Lucarelli, in onda dalle 9 alle 10: “Ci ho pensato un po’, non sapevo se fosse il caso stamattina di aprire commentando una notizia per una questione di delicatezza, visto che coinvolge una persona che lavora con noi che è Ambra. Era fuori contesto, nel momento sbagliato, farle un agguato non è stato corretto. Ma proprio Vanessa Incontrada che per anni si è lamentata del sistema mediatico, non poteva dire nulla in difesa di Ambra?”.

Daria Bignardi, che conduce la fascia dalle 10 alle 11, ha dichiarato: “In tutto il marcio che gira su questa vicenda c’è una cosa bella: la purezza e la contemporaneità del messaggio della figlia di Ambra, Jolanda: “Ma perché venire da lei a Milano e non andare a Torino? Cosa c’è di riprovevole o di perdente nel fidarsi o nell’amare? E ditemi quello che volete, ma a me non fa ridere. La sofferenza delle altre persone non mi diverte.”

Ambra ha anche commentato la sua situazione personale: “Riparto dal giorno zero. Ci si allontana dalla persone che non ci sono mai state”.

L'articolo Lucarelli e Bignardi difendono Ambra su Radio Capital proviene da Radiospeaker.it.

Fabio Volo torna in libreria con “Una vita nuova”

Fri, 2021-10-15 10:46

Dopo due anni dall’ultimo libro, Fabio Volo torna con una nuovo romanzo.

Il conduttore di Radio Deejay ha infatti annunciato oggi il titolo della sua nuova opera: si chiamerà “Una vita nuova” e uscirà ufficialmente martedì 2 novembre.

Si tratta del suo undicesimo libro, edito sempre da Mondadori. Un libro che racconta la storia di “due amici su un’auto rossa che attraversano l’Italia: musica da cantare, il vento tra i capelli, la mano fuori dal finestrino a giocare con l’aria. Hanno una quarantina d’anni e una vita incagliata. Andrea aspetta un verdetto da cui dipende la sua vita sentimentale. Paolo è in crisi: di coppia, di identità, di mezza età. O forse è solamente bisogno di leggerezza. L’auto su cui viaggiano è una vecchia Fiat 850 spider. Il padre di Paolo l’aveva dovuta vendere per far spazio alla famiglia, e ancora la rimpiange. Così Paolo ha deciso di recuperarla e fargli una sorpresa. Mentre risalgono dalla Puglia a Milano, Paolo e Andrea parlano tra loro con la spietatezza che ci si può concedere solo fra amici: l’amore, il lavoro, i genitori… E quelli che sembravano problemi insolubili si sgonfiano alla luce di una leggera ironia. Sarà un viaggio pieno di divertentissimi imprevisti e di scoperte, delle bellezze che a volte non si vedono mentre siamo concentrati a fare quello che gli altri si aspettano da noi. Un viaggio che condurrà Paolo dal dovere al volere, dal pensare al sentire, dal pudore alla tenerezza”.

Fabio sui social ha descritto in poche parole la novità: “Amore, leggerezza, amicizia, voglia di ridere e stare bene senza sentirsi in colpa o altro. Stare bene con le persone di cuore, volersi bene. Sono felice e pieno di gratitudine”.

Il libro è già disponibile in pre-order sulle maggiori piattaforme online.

Fabio continua a essere in onda sull’emittente di via Massena ogni mattina dalle 9 alle 10 ne “Il Volo del mattino”.

L'articolo Fabio Volo torna in libreria con “Una vita nuova” proviene da Radiospeaker.it.

UNESCO Remote Radio Week: Radiospeaker è media partner

Fri, 2021-10-15 10:00

Organizzato dall’UNESCO in collaborazione con l’OMS, Remote Radio Week è un programma di formazione online volto a sviluppare la capacità delle radio locali a produrre contenuti radio e professionali in caso di misure di contenimento o emergenze, comprese difficoltà finanziarie.

Il programma, che sarà disponibile anche on demand, coprirà le diverse aree tematiche, con particolare riferimento alla crisi pandemica.
Il programma si rivolge a Radioamatori, professionisti e manager di tutto il mondo con una particolare attenzione alle esigenze delle radio locali.
Remote Radio Week proporrà programmi distinti in inglese, francese, spagnolo e arabo durante il giorno, con esperti, esempi, dibattiti e suggerimenti tecnici per il pubblico.

REMOTE RADIO WEEK – OBIETTIVI

L’UNESCO Remote Radio Week è un evento online che tratta il tema della “radio remota”, con l’obiettivo di supportare la missione e le operazioni delle radio situate in cinque diversi continenti. Consiste in un programma online che fornisce informazioni su come: • Personale della stazione ferroviaria per lavorare in remoto (ad es. studio, trasmissione, IP, cloud, social network e attrezzature fai-da-te)

  • Promuovere il giornalismo radiofonico credibile e affidabile (informazione affidabile, disinformazione, alfabetizzazione mediatica e informativa, collegamenti sociali, ecc.)
  • Gestire una radio in tempi di crisi (es. aspetti umani, economici o ruolo sociale/strategico, …)
CINQUE TEMI IN CINQUE GIORNI

Testimonianze, consigli di esperti, soluzioni…

Giorno 1: La connessione radio
Mezzi di prossimità/compagnia, Info/notizie false, intrattenimento, educazione…

[Discussione] Quanto è importante la radio durante una pandemia o qualsiasi tipo di crisi? Quali sono i benefici che porta?
[Suggerimenti degli esperti] Buona governance/Gestione delle risorse umane
[Testimonianza Flash] Accessibilità per disabili
[Masterclass] Come sviluppare le entrate locali per la radio, indipendentemente dal finanziamento dei donatori, per la sostenibilità (abbonamenti, affiliazione, contenuti brandizzati / podcast sponsorizzati, branding audio…)
[Risorsa] Disinformazione (Come la radio può combattere le fake news…)

Giorno 2: Studio in casa
Interfaccia audio, microfoni, cuffie, accessori, workstation di registrazione/editing/mixing/acustica/isolamento, podcast, soluzioni all-in-one, fai da te…

[Discussione] Come dovresti attrezzare il tuo home studio per radio FM o podcast professionali?
[Suggerimenti degli esperti] Consigli su come produrre una trasmissione di alta qualità da un home studio
[Suggerimenti o Testimonianza Flash] Visual Radio
[Masterclass] Radio interattiva
[Risorsa] Violenza domestica (in che modo la radio può sensibilizzare sulla violenza di genere…)

Giorno 3: Contributo remoto
Trasmissioni in diretta, emergenza, multiplex di interviste, dibattiti a distanza, codec AoIP, telefonia, qualità-latenza-resilienza, sicurezza…

[Discussione] Come gestire i contributi audio da casa
[Suggerimenti degli esperti] 10 app per giornalisti radiofonici
[Testimonianza Flash] Radio in a box (soluzioni autonome per situazioni di emergenza)
[Masterclass] Mojo/Mobile Journalism (Economico/usando il minimo indispensabile)
[Risorsa] Reporting periodico su COVID (in che modo la radio può produrre programmi su COVID…)

Giorno 4: Cloud Radio
Programmazione di musica e notizie, antenna live, tracciamento vocale, pubblicità/traffico a distanza, playout remoto, sicurezza, VPN, backup…

[Discussione] Perché le emittenti radiofoniche dovrebbero utilizzare il cloud?
[Suggerimenti degli esperti] Suggerimenti sulle migliori funzioni da utilizzare quando si utilizza la radio dal cloud
[Focus] Sicurezza informatica / Privacy dei dati
[Masterclass] Strumenti radio gratuiti e open source
[Focus] La voce degli indigeni

Giorno 5: Audio ovunque
Streaming, hosting di podcast, iperdistribuzione, social network…

[Discussione] Come fornire un programma audio di qualità su tutti i dispositivi di ascolto live e on demand e come adattare i contenuti?
[Testimonianza Flash] Social Audio / Covid
[Testimonianza Flash] Libertà di informazione / Podcast
[Masterclass] Social Audio: estensione della distribuzione di contenuti trasmessi (o radio) a nuove piattaforme
[Risorsa] Istruzione/Informazione (In che modo la radio può facilitare l’accesso universale all’istruzione e all’informazione?)
[Sessione di chiusura] Cosa c’è dopo? (Replay, Risorse, WRD22…)

Ufficio stampa UNESCO Remote Radio Week

L'articolo UNESCO Remote Radio Week: Radiospeaker è media partner proviene da Radiospeaker.it.

Voci in Barcaccia: Radio 3 lancia il contest per cantanti lirici

Thu, 2021-10-14 15:04

Rai Radio 3 cerca 36 voci per interpretare le più belle arie d’opera di tutti i tempi. Questa è la premessa di “Voci in Barcaccia”, il primo concorso lirico internazionale di Rai Radio 3 rivolto ai giovani dai 15 ai 31 anni.

A fare da padroni saranno Enrico Stinchelli e Michele Suozzo, in onda tutte le mattine (dal lunedì al venerdì alle 13.00) su Rai Radio 3 con il programma “La Barcaccia”. Il concorso coglie infatti a pieno lo spirito del programma, avvicinando la lirica ad un contesto attuale mediante delle voci giovanili. Le iscrizioni al programma sono aperte fino al 26 novembre, e i ragazzi selezionati avranno la possibilità di esibirsi live sul palco di via Asiago 10.

Dal 15 dicembre 2021 al 21 giugno 2022 sono infatti previsti degli appuntamenti mensili, dedicati alle esibizioni di sei candidati alla volta, fino a stabilire a chi dovrà andare la vittoria. Chi arriverà al primo posto potrà esibirsi nuovamente nella serata finale del concorso (il 21 giugno 2022), in occasione della Festa della Musica. Oltre ad essere protagonista di un recital operistico trasmesso in diretta da Radio 3. 

Voci in Barcaccia: Radio 3 avvicina i giovani alla lirica

Il concorso si svilupperà quindi in 7 appuntamenti live, che culmineranno per l’appunto nella finale del 21 giugno (che andrà in onda dalle 20.30 alle 22.00 su Rai Radio 3 nell’ambito del programma “Voci in Barcaccia. Largo ai giovani!). Ogni appuntamento prevede la votazione di una giuria di esperti, che selezioneranno volta per volta chi avrà diritto ad entrare nella rosa dei finalisti.

Il programma di Rai Radio 3 “La Barcaccia” va in onda dal 1988, con l’intento di rendere l’opera lirica più accessibile al vasto pubblico. Tra cultura ed ironia, Enrico Stinchelli e Michele Suozzo si rivolgono a un pubblico avvezzo alla lirica, ma anche a chi si avvicina a questo genere per la prima volta. Il programma in questi anni ha ospitato vari personaggi noti all’interno del mondo operistico e non solo, portando al pubblico anche confronti, recensioni di spettacoli nei teatri italiani ed esteri, e giochi a tema lirico e di attualità.

Per maggiori informazioni sul concorso di Rai Radio 3 e le modalità di partecipazione, consigliamo di consultare il sito di “Voci in Barcaccia”.

L'articolo Voci in Barcaccia: Radio 3 lancia il contest per cantanti lirici proviene da Radiospeaker.it.

RDS: nuovi studi per la sede di Roma

Thu, 2021-10-14 14:24

Novità a RDS, da pochi giorni infatti, sono stati inaugurati i nuovi studi della sede di Roma.

Gli studi presentano un design moderno e un nuova grafica anche per il logo dell’emittente, questo si presenta in una cornice quadrata, mentre i colori identificativi della radio, il rosso e il blu, sono più sfumati.

Ancora, su RDS Social Tv, visibile al canale 265 del digitale terrestre, online sul sito dell’emittente e sul satellitare, è possibile notare come i pannelli si illuminano durante le dirette. I nuovi studi sono stati inaugurati da Giuditta Arecco e Filippo Ferraro, durante il drive time delle 19.

Filippo Ferraro, ricordiamo, ha vinto la quarta edizione del talent RDS Academy, nel 2017, mentre da qualche mese, in seguito al rinnovo del palinsesto, si è spostato dalla fascia notturna dall’una alle cinque, al fianco di Danny Virgilio, al drive time, affiancando Giuditta Arecco (anche lei vincitrice del talent dell’emittente, nel 2014), al posto di Filippo Firlì.

Con RDS Social Tv, l’emittente ha potenziato la sua offerta non solo online, ma anche offline, per soddisfare una sempre più ampia platea di ascoltatori con abitudini di fruizione differenti. Ormai è presente non solo sul web, ma anche su Sky, tivùsat e digitale terrestre.

L'articolo RDS: nuovi studi per la sede di Roma proviene da Radiospeaker.it.

Le voci di Radio Kiss Kiss presentano il libro di Stefano Piccirillo

Thu, 2021-10-14 11:23

Ad un anno dalla pubblicazione di “Una volta, ancora una volta” – distribuito da Erudita Edizioni – Stefano Piccirillo ha deciso di far “vedere” e “sentire”  il romanzo presentandolo al Teatro Diana di Napoli, sabato 16 ottobre, alle 11 e 30. La musica dal vivo, le letture e le parole dei suoi amici e colleghi più cari di Radio Kiss Kiss come Pippo Pelo, Alfio Battaglia e Rita Manzo, l’intervento di Nelson, autore musicale e cinematografico vincitore di due David di Donatello, ma sopratutto un amico del conduttore radiofonico.

Il quinto romanzo di Stefano Piccirillo, una delle voci più importanti della radio italiana, è diventato un piccolo “caso letterario”. La storia di Stefano, conduttore radiofonico con Alessia, prima ascoltatrice e poi diventata l’amore del protagonista. Un incontro “surreale”, una “bolla” , che esplode attraverso le emozioni, il battito del cuore, gli incontri, gli amici coinvolti nella storia e la musica che diventa colonna sonora scritta di un amore che lascia al lettore la scelta del finale. 

L’incontro con i suoi lettori-ascoltatori e una serie di videomessaggi che saranno proiettati durante l’incontro, renderanno vivo un romanzo e un amore. Quello di Stefano per Mary , ispiratrice della storia e persona che l’autore porta con se, nel suo cuore. L’amore vero, capisce, comprende e vive,  nel tempo e nei luoghi, oltre le scelte. 

L'articolo Le voci di Radio Kiss Kiss presentano il libro di Stefano Piccirillo proviene da Radiospeaker.it.

5 Stories con Bryan: la radio è una voce che si trasforma in emozione

Tue, 2021-10-12 17:07


Bryan, speaker di Radio 105, questa settimana è stato ospite del nostro format social “5 Stories con…“.

Bryan è anche ballerino e insegnante di breakdance, è laureato in architettura, intrattenitore live, produttore, conduttore e direttore artistico di The Box, il primo late show al mondo su Twitch.

Il conduttore di 105 ha risposto alle nostre domande nel tempo di una storia; gli abbiamo chiesto cose tipo “qual è l’errore più grande che hai fatto in radio?” oppure “come è stata la tua prima volta ON AIR?”.

Non sono mancati i consigli agli aspiranti speaker che abbiamo chiesto a Bryan come non è mancata la domanda “Cos’è per te la radio?”: “Una voce che si trasforma in un’emozione” ha risposto.

Scopri tutte le risposte nel video qui sotto

L'articolo 5 Stories con Bryan: la radio è una voce che si trasforma in emozione proviene da Radiospeaker.it.

Su RTL 102.5 l’intervista esclusiva ai Coldplay

Tue, 2021-10-12 17:06

In occasione dell’uscita del nuovo, attesissimo album dei Coldplay “Music Of The Spheres”, Nicoletta e Cecilia intervistano in esclusiva per RTL 102.5 i Coldplay.

Venerdì 15 ottobre dalle 17:00 Chris Martin e Jonny Buckland, cantante e chitarrista dei Coldplay, saranno ospiti in diretta durante Password in Radiovisione su RTL 102.5 e in streaming su RTL 102.5 Play.

Un appuntamento imperdibile con la band numero uno al mondo per parlare del nuovo album “Music Of The Spheres”.

Anticipato dal singolo,  Higher Power (Oro in Italia, per oltre 6 settimane al vertice della classifica radiofonica italiana)  e dalla collaborazione con le superstar coreane BTS in ‘My Universe’, “Music Of The Spheres ‘ è il  nono album della band inglese.

In occasione dell’uscita del nuovo, attesissimo album dei Coldplay “Music Of The Spheres”, Nicoletta e Cecilia intervistano in esclusiva per RTL 102.5 i Coldplay.

Venerdì 15 ottobre dalle 17:00 Chris Martin e Jonny Buckland, cantante e chitarrista dei Coldplay, saranno ospiti in diretta durante Password in Radiovisione su RTL 102.5 e in streaming su RTL 102.5 Play.

Un appuntamento imperdibile con la band numero uno al mondo per parlare del nuovo album “Music Of The Spheres”.

MUSIC OF THE SPHERES, IL NUOVO ALBM DEI COLDPLAY

Anticipato dal singolo, Higher Power (Oro in Italia, per oltre 6 settimane al vertice della classifica radiofonica italiana) e dalla collaborazione con le superstar coreane BTS in My Universe, “Music Of The Spheres ‘ è il nono album della band inglese.

L’album, prodotto dal grande produttore svedese Max Martin, è stato annunciato dalla band su Instagram con una nota scritta a mano insieme ad un album trailer  che unisce una sorta di viaggio cosmico animato attraverso i pianeti dell’universo rappresentato sulla copertina dell’album con brevi estratti delle 12 canzoni che lo compongono. 

Una particolarità dell’album è che, per la prima volta, il titolo di alcune tracce è indicato da una semplice emoji e non da vere parole.

“Ciao a tutti. Speriamo ve la passiate bene. Abbiamo un nuovo album che si chiama “Music Of The Spheres Vol.I” che uscirà il 15 ottobre 2021” – scrivevano la scorsa estate i Coldplay nel messaggio con cui annunciavano l’uscita del disco – “E’ stato prodotto da Max Martin. C’è un trailer dell’album che si chiama ‘Overtura’ che potete vedere e ascoltare da subito. Venerdì uscirà un’altra canzone dall’album chiamata ‘Coloratura’ e il nuovo singolo uscirà a settembre. Grazie per averci ascoltato, averci visto dal vivo o in qualsiasi altro modo in cui siate entrati in contatto con la nostra musica”.

La band guidata da Chris Martin si sta preparando alla pubblicazione di “Music Of The Spheres” condividendo le immagini di una serie di cartelloni pubblicitari apparsi in diverse parti del mondo con al loro interno spezzoni di versi dalle canzoni presenti nel disco. Tra queste anche un altro featuring annunciato, oltre a quello con i BTS, quello con la popstar Selena Gomez sulle note di ‘Let Somebody Go’.

Ufficio stampa RTL 102.5

L'articolo Su RTL 102.5 l’intervista esclusiva ai Coldplay proviene da Radiospeaker.it.

RTL 102.5 è la prima radiovisione d’Italia e ha anticipato la tendenza del mercato

Tue, 2021-10-12 11:18

I dati del Censis diffusi oggi all’interno del rapporto “La transizione verso la radiovisione” confermano l’indiscusso successo della radiovisione:  credibile, professionale, sempre in diretta e fruibile su qualunque schermo in tv o in streaming. E’ un mezzo perfetto che integra tecnologia e tradizione ed è seguito saltuariamente da ben 19 milioni di italiani. Nell’annodella pandemia, più di 5 milioni di persone hanno scoperto per la prima volta la radiovisione sugli schermi televisivi, su PC, tablet e smartphone.

Altri numeri parlano chiaro: più di 4 milioni di italiani seguono ogni giorno la radiovisione. Sono aumentati del 4,7% nel primo semestre del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2019. Ma gli italiani che guardano anche saltuariamente la radio in tv superano gli 11 milioni. Quelli che seguono i programmi radiofonici da device diversi da quelli tradizionali sono complessivamente più di 19 milioni. L’81,4% degli italiani, inoltre, è convinto che la radiovisione sia un nuovo media che combina i contenuti di qualità della radio con le infinite possibilità di ascolto e di visione in diretta su una molteplicità di schermi.

Non solo: la radio che realizza contenuti grazie al lavoro di giornalisti e conduttori e la programmazione in diretta costituiscono per gli italiani un valore aggiunto rispetto alle piattaforme digitali. Tra i contenuti che il pubblico apprezza di più quelli che raccontano la politica italiana, la scienza, i media e la tecnologia, senza dimenticare la cronaca nera e lo sport. La radiovisione, secondo i dati Censis, incontra la richiesta degli italiani di seguire un mezzo credibile e affidabile.

Lo studio del Censis sulla radiovisione dimostra quanto il lavoro di Rtl 102.5 abbia anticipato i tempi inventando di fatto la radiovisione con scelte all’avanguardia che hanno potenziato l’efficacia della trasmissione e la valorizzazione degli inserzionisti pubblicitari”, afferma Lorenzo Suraci, presidente di RTL 102.5 subito dopo la presentazione del Rapporto Censis a Roma. “La radiovisione non è solo un’immagine aggiunta alla voce – ha aggiunto Suraci – ma è un prodotto completamente nuovo, capace di portare i contenuti contemporaneamente su tutte le piattaforme di trasmissione e di garantire così massima libertà di fruizione agli ascoltatori. La ricerca del Censis conferma dunque l’altissimo gradimento della radiovisione e l’importanza dell’offerta di contenuti credibili, affidabili e in diretta, che RTL 102.5 ha potenziato a 360 gradi”.

Ufficio stampa RTL 102.5

L'articolo RTL 102.5 è la prima radiovisione d’Italia e ha anticipato la tendenza del mercato proviene da Radiospeaker.it.

Censis: la radiovisione che conquista il pubblico

Tue, 2021-10-12 10:43

Censis La radiovisione in sintonia con gli stili di vita degli italiani. Più di 4 milioni di italiani seguono ogni giorno la radiovisione dagli schermi televisivi. Sono aumentati del 4,7% nel primo semestre del 2021 rispetto allo stesso periodo del 2019. Ma gli italiani che guardano anche saltuariamente la radio in tv superano gli 11 milioni. Più di 5 milioni nell’ultimo anno e mezzo hanno scoperto per la prima volta la radiovisione sugli schermi televisivi. Quelli che seguono i programmi radiofonici da device diversi da quelli tradizionali sono complessivamente più di 19 milioni. Secondo Censis l’81,4% degli italiani è convinto che la radiovisione sia un nuovo media che combina i contenuti di qualità della radio con le infinite possibilità di ascolto e di visione in diretta su una molteplicità di schermi: il televisore, il pc, il tablet e lo smartphone.

Superata la prova della pandemia. I programmi radiofonici sono usciti bene dall’infodemia scatenata dall’emergenza sanitaria. Per l’82,6% degli italiani la fiducia nella radio è rimasta invariata nell’ultimo anno, per il 6,1% è aumentata. La radio batte tutti gli altri media. Perché la fiducia nella tv è aumentata per il 5,8%, quella nella stampa per il 2,7%, quella nel web solo per il 2,5%.

Credibilità e affidabilità alla base della good reputation. L’81,7% degli italiani ritiene che il successo dei programmi radiofonici dipenda dalla credibilità e affidabilità dei loro contenuti. Le notizie di politica nazionale sono quelle che interessano di più gli utenti: il 40,1%. Al secondo posto, in forte crescita nell’anno della pandemia, le notizie riguardanti scienza, medicina e tecnologia: catturano l’attenzione del 34,9%. Seguono: stili di vita, viaggi e cucina (28,8%), cronaca nera (27,9%), sport (26,7%), cultura e spettacoli (25,8%).

Differenze di genere, interessi diversi. I gusti degli utenti della radio cambiano in base al sesso. Gli uomini preferiscono la politica nazionale (il 45,5% contro il 34,4% delle donne), lo sport (il 45,4% contro il 7,2%) e l’economia (il 23,2% contro il 9,9%). Le donne sono attratte di più dalle notizie riguardanti stili di vita, viaggi e cucina (il 40,5% contro il 17,5% degli uomini), cultura e spettacolo (il 33,8% contro il 18,1%), gossip e cronaca rosa (il 28,8% contro il 6,2%).

Lunga vita alla radio, che non teme le piattaforme digitali. Il 63,1% degli italiani è convinto che il futuro dei contenuti audio non saranno le piattaforme online di musica a pagamento, che offrono lo streaming on demand di brani selezionati in base ai gusti personali dell’utente (la pensa così anche il 51,7% dei più giovani). Per il pubblico due fattori conferiscono un valore aggiunto alla programmazione radiofonica rispetto alle piattaforme digitali: i contenuti realizzati da una redazione di professionisti e la programmazione in diretta. Il 90,1% sottolinea la differenza tra i programmi offerti all’interno di un palinsesto realizzato da redazioni professionali, ricco di musica e di contenuti informativi, e le piattaforme on demand, che offrono esclusivamente musica selezionata in modo personalizzato. L’85,2% sottolinea che la peculiarità della radio è di essere live e di riuscire così a mantenere un contatto diretto con il proprio pubblico.

Questi sono i principali risultati del 2° Rapporto del Censis «La transizione verso la radiovisione», che è stato presentato oggi a Roma da Anna Italia del Censis e discusso da Massimiliano Valerii, Direttore Generale del Censis, Luca Bernabei, Amministratore Delegato di Lux Vide, Igor De Biasio, Amministratore Delegato di Arexpo e Consigliere di Amministrazione della Rai, Massimo Giletti, giornalista e presentatore radiofonico e televisivo, e Massimiliano Panarari, saggista e sociologo della comunicazione presso l’Università Mercatorum.

Ufficio stampa Censis

L'articolo Censis: la radiovisione che conquista il pubblico proviene da Radiospeaker.it.

Sport invernali che passione: RTL 102.5 anche quest’anno è radio partner della FISI

Mon, 2021-10-11 17:16

RTL 102.5, la radiovisione più ascoltata d’Italia, da sempre appassionata di sport invernali, sarà radio partner della FISI (Federazione Italiana Sport Invernali): nel corso della stagione 2021/2022, RTL 102.5 seguirà tutte le discipline con collegamenti, rubriche ed interviste agli atleti più prestigiosi e vincenti delle diverse specialità. RTL 102.5 tiferà per la Federazione anche durante le emozionanti giornate delle Olimpiadi invernali, che si terranno in Giappone dal 4 al 20 febbraio 2022.

La partnership tra RTL 102.5 e la FISI, ormai consolidata da tempo, testimonia ancora una volta la passione per lo sport della radio più ascoltata d’Italia e la volontà di raccontare ai milioni di ascoltatori i grandi eventi.

La campionessa olimpica Sofia Goggia sarà anche quest’anno testimonial di RTL 102.5: grazie al digitale la fuoriclasse si collegherà con RTL 102.5 per raccontare, oltre ai dettagli tecnici, tutte le emozioni e le speranze che la accompagneranno nella prossima stagione, in vista delle gare future, delle Olimpiadi e delle competizioni che coinvolgeranno anche i suoi compagni di squadra.

Nel corso di tutta la stagione, i protagonisti di ciascuna disciplina sportiva saranno ai microfoni di RTL 102.5 per raccontarne tutti i segreti. Nel corso di una rubrica fissa, in onda ogni domenica mattina all’interno di Non Stop News, gli ascoltatori di RTL 102.5 potranno conoscere le modalità di svolgimento delle gare, i calendari e tutte le curiosità di ciascuna specialità. 

Inoltre il palinsesto di RTL 102.5 sarà arricchito dalle pillole FISI NEWS: un appuntamento settimanale, ogni giovedì, a cura della Federazione Italiana Sport Invernali, per essere sempre aggiornati sulle gare già disputate, sui risultati e sulle competizioni dei giorni successivi.

Il marchio di RTL 102.5, inoltre, comparirà sulle divise di tutti gli atleti di ciascuna disciplina invernale, accompagnandoli così nelle competizioni e vivendo con loro la gara da protagonista.

Ufficio stampa RTL 102.5

L'articolo Sport invernali che passione: RTL 102.5 anche quest’anno è radio partner della FISI proviene da Radiospeaker.it.

Rai Isoradio: Boni, Mendez e Urtis tra i nuovi “autostoppisti” di Igor Righetti

Mon, 2021-10-11 14:24

Continuano su Rai Isoradio, dal martedì al giovedì dalle 17 alle 18, i viaggi de “L’autostoppista” Igor Righetti.Per questo suo format innovativo, il giornalista e conduttore radiotelevisivo si è ispirato al film ‘Il tassinaro’ di suo cugino Alberto Sordi. È il primo programma radiofonico pet friendly con a bordo Byron, il bassotto del conduttore, che interagisce con gli “autostoppisti” su temi legati alla tutela e ai diritti degli animali. Ironia graffiante, radio dediche musicali e cinematografiche, esperti del mondo pet, influencer, inventori, imprenditori e personaggi celebri per raccontare l’Italia che cambia.

L’originalità del format crossmediale con integrazione radio e web, ideato da Igor Righetti e voluto dalla direttrice del canale Angela Mariella, ha subito catturato l’attenzione degli ascoltatori e ha portato a Rai Isoradio migliaia di persone che per 12 anni ascoltavano tutti i giorni su Rai Radio1 il celebre programma “Il ComuniCattivo” nato sempre dalla mente del giornalista-autore che raggiunse il milione di ascoltatori a puntata, pluripremiato a livello internazionale, che nel 2003 inaugurò l’infotainment della rete e che per la prima volta fece vincere a Rai Radio 1, nel 2010,  l’International URTI Radio Grand Prix di Parigi, uno dei più prestigiosi tra i pochi concorsi radiofonici internazionali.

“L’autostoppista” può essere ascoltato sulle frequenze di Rai Isoradio (103.3 e 103.5), sul digitale terrestre, sul satellite, su RaiPlay Radio (www.rayplayradio.it/isoradio), tramite la app di Radio Rai e in podcast sul sito di Rai Isoradio. Il programma andrà in onda anche in replica la notte, dal venerdì alla domenica, dalle 2 alle 3. Anche in questo format Igor Righetti sperimenta nuovi linguaggi, si avvale della contaminazione tra generi diversi e nell’elaborazione di percorsi narrativi originali. 

In ogni puntata, Righetti offre un passaggio sulla sua auto a personaggi celebri ignari, però, di essere saliti a bordo di un prototipo di vettura mai entrato in produzione in quanto anarchico e sovversivo. Un’auto interattiva con il guidatore e gli occupanti, permalosa ed eccentrica, che esprime il proprio disappunto o compiacimento su ciò che viene detto utilizzando anche la voce del navigatore satellitare e l’autoradio. Navigatore che su quest’auto diventa “navigattore”. Tra le decine di personaggi che nella passata edizione hanno avuto bisogno di un passaggio de “L’autostoppista” ci sono stati Simona Ventura, Katia Ricciarelli, Iva Zanicchi, Patrizia de Blanck, Marisa Laurito, Maria Concetta Mattei, Caterina Balivo, Vittorio Sgarbi, Raffaele Morelli, Roberto Giacobbo, Rosanna Vaudetti, Anna Falchi, Sandra Milo, Barbara Alberti, Alessandro Cecchi Paone, Vladimir Luxuria, Leo Gullotta, Barbara Palombelli e tanti altri. Durante il viaggio, l’autoradio propone agli autostoppisti alcune radio dediche, brevissime frasi estrapolate da canzoni e film famosi che i personaggi possono dedicare ad amici o nemici. Dato che siamo ancora in tempi di Covid, «‘L’autostoppista’ – sottolinea Igor Righetti – è il primo programma che viene sanificato automaticamente al termine di ogni ascolto». Grande attenzione viene rivolta al mondo dei social e ai suoi protagonisti, soprattutto alle pet star del web, animali che hanno milioni di follower sui propri account, scoperti dall’influencer Lorenzo Castelluccio.

Un programma in cui l’imprevisto e la sorpresa, l’ironia sagace e graffiante, la narrazione veloce, il linguaggio vivace e l’abbondante creatività inchiodano l’ascoltatore e costituiscono l’ossatura di questo originale e innovativo format.

Ecco gli autostoppisti di questa settimana.

Martedì 12 ottobre: l’attrice ed ex Miss Italia Denny Mendez, il presidente dell’Ente nazionale protezione animali Carla Rocchi, il direttore del quotidiano digitale Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino

Mercoledì 13 ottobre: il chirurgo plastico Giacomo Urtis, il presidente della Lav – Lega anti vivisezione Gianluca Felicetti, la designer Valentina Curzi e l’influencer Lorenzo Castelluccio

Giovedì 14 ottobre: l’attore Alessio Boni e il direttore del quotidiano digitale Spotandweb.it Mario Modica

Ufficio stampa Rai Radio

L'articolo Rai Isoradio: Boni, Mendez e Urtis tra i nuovi “autostoppisti” di Igor Righetti proviene da Radiospeaker.it.

RadioDays Europe 2021: Radiospeaker è media partner per l’Italia

Sun, 2021-10-10 11:19

È iniziato ieri RadioDays Europe 2021, l’appuntamento internazionale della radio che quest’anno si svolge a Lisbona fino a domani, 11 Ottobre. Radiospeaker.it anche quest’anno è media partner per l’Italia del grande evento.

Oltre 1500 partecipanti provenienti da oltre 60 paesi sono presenti alla grande esposizione sulla radio a Lisbona.

RadioDays Europe nasce nel 2010 come risposta alle esigenze dell’industria europea, pubblica e privata, di riunirsi per discutere delle sfide della radio e dell’audio. Nato dalla collaborazione esistente tra i Radiodays nazionali in Svezia, Norvegia e Danimarca, dove era già in atto il modello di conferenza condivisa fra radio privata e pubblica, l’evento è cresciuto fino a diventare una conferenza annuale importante per i professionisti della radiofonia con oltre 1500 partecipanti provenienti da 62 paesi.

Fondata dalle emittenti pubbliche SR, DR, NRK e YLE che formano il consiglio dell’associazione. “The Association Radiodays Europe” è un’organizzazione senza fini di lucro con l’unico scopo di organizzare la conferenza radio annuale. 

RadioDays Europe 2021 si tiene presso il Centro De Congressos Do Instituto Superior Técnico a Lisbona (Portogallo).

L'articolo RadioDays Europe 2021: Radiospeaker è media partner per l’Italia proviene da Radiospeaker.it.

Fake News: il sondaggio di Rai Radio1

Sat, 2021-10-09 14:29

Nella percezione degli italiani, sui social network e sui media circolano troppo spesso fake news o che mistificano la realtà: 4 cittadini su 10 ritengono di incorrervi quasi tutti i giorni; un ulteriore 27% una o due volte a settimana.

Il sondaggio, condotto dall’Istituto Demopolis per Rai Radio1, fotografa una peculiare fragilità nel panorama percettivo italiano: esistono indici di una crisi di fiducia che investe – con intensità e motivazioni differenti – i media tradizionali e soprattutto la Rete ed i Social Network.

Oggi, meno della metà dei cittadini, il 45%, dichiara di saper distinguere una notizia reale da una fake news; il 42% ammette invece di non saper sempre individuare le notizie false.

E se la disinformazione è preoccupante in termini generali, in tema di salute può rappresentare un effettivo pericolo per i cittadini. Per oltre 8 intervistati su 10, oggi le fake news nel campo della salute sono molto o abbastanza diffuse.

Effetto ulteriore dell’emergenza Covid in Italia è stata infatti una sorta di bulimia informativa che ha contribuito anche a moltiplicare la diffusione di notizie spesso false o incontrollate. Nei mesi più caldi della pandemia, gli italiani si sono informati molto di più rispetto al passato: un terzo lo ha fatto maggiormente sui media tradizionali, 3 su 10 sui Social Network. Contestualmente, il 38% dei cittadini sostiene di aver maturato dubbi sulla qualità delle informazioni.

Il 42% degli italiani, intervistati dall’Istituto Demopolis per Rai Radio1, afferma di dubitare spesso della credibilità delle notizie sui media tradizionali (tv, radio, quotidiani). Ma la percentuale di chi mette in dubbio l’attendibilità delle informazioni cresce di oltre 30 punti, al 75%, tra i fruitori di Facebook e dei Social Network: una simbolica rivincita, in questo caso, per i media tradizionali, percepiti dai cittadini come più credibili rispetto ai Social.

Entrando nel dettaglio della fiducia negli strumenti informativi, radio, tv e quotidiani prevalgono. È la Radio, con il 53%, ad essere percepita dagli italiani come il mezzo più affidabile. Segue l’informazione in tv con il 52%; il dato si riduce leggermente, al 48%, per ciò che concerne i quotidiani. Appena 1 su 4 afferma invece di fidarsi delle news sui Social Network.

In conclusione, un ultimo risultato: in tempi di disintermediazione delle notizie, più di 2 italiani su 3, il 68%, riconoscono oggi al giornalismo italiano una funzione fondamentale o importante nel nostro Paese.

Nota informativa: l’indagine è stata realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, dal 5 al 7 ottobre 2021, per  Rai  Radio1  su un campione stratificato di 2.000 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Approfondimenti e metodologia su:  www.demopolis.it

Ufficio stampa Rai Radio

L'articolo Fake News: il sondaggio di Rai Radio1 proviene da Radiospeaker.it.

Pages